/ Cronaca

Cronaca | 11 aprile 2020, 17:12

Sanremo: arrivate le 90mila mascherine ordinate dal Comune per l'Asl, da martedì uso obbligatorio negli spazi pubblici al chiuso

Il messaggio del Sindaco Biancheri per il weekend pasquale e le sue raccomandazioni

Sanremo: arrivate le 90mila mascherine ordinate dal Comune per l'Asl, da martedì uso obbligatorio negli spazi pubblici al chiuso

Sono arrivate ieri le 90mila mascherine protettive ordinate dal Comune di Sanremo, di cui 80mila già consegnate alla Asl, da mettere a disposizione dei medici, infermieri, personale Rsa, 118 e di tutte le persone impegnate in prima linea. Nel frattempo, la Regione ha iniziato la distribuzione a tutta la cittadinanza.

“Come promesso – ha detto in merito il Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri - sono pronto ad emettere l’ordinanza che, da martedì, renderà obbligatorio l'uso di mascherine protettive in qualunque spazio al chiuso accessibile al pubblico”.

Intanto continuano i controlli da parte della Polizia locale e delle Forze dell'Ordine: “In tanti mi scrivete ogni giorno – prosegue Biancheri - per segnalarmi persone in giro e ognuno mi indica una via. Lo ripeto: tutti gli uomini deputati alla pubblica sicurezza sono sul campo e stanno facendo il massimo. La sola Polizia Municipale ha già fatto oltre 1.500 controlli, con una media del 5% di sanzioni. Il che significa che il 95% di chi è in giro ha sempre un valido motivo. Per questo, ancora una volta, faccio appello alla responsabilità individuale di ognuno: usciamo solo per motivi di stretta necessità. Stiamo anche continuando a distribuire i sussidi alimentari. Oltre 500 le persone già contattate e il lavoro proseguirà anche prossima settimana”.

Biancheri ha anche fatto un passaggio sul discorso del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ha prorogato misure restrittive al 3 maggio: “Altre tre settimane di chiusura sono un'infinità – ha detto - ed avranno ricadute molto pesanti sulla nostra già fragile economia, ma è altrettanto chiaro l'input arrivato dal Comitato scientifico nazionale: ‘riaprire oggi sarebbe un disastro’. La mia personale opinione è che tuttavia si potrebbe almeno sfruttare l'immobilità dell'oggi per pianificare attentamente il domani: se è prematuro parlare del quando, parliamo del come si potrà riaprire in piena sicurezza. Come potranno riaprire in sicurezza i nostri alberghi e quali adeguamenti dovranno fare? E il nostro Casinò? Le nostre spiagge? I nostri ristoranti? I bar? I cinema? Il Governo ci dia quanto prima dei protocolli. Noi vogliamo rimboccarci le maniche per affrontare la ripartenza in piena sicurezza”.

Biancheri ha poi voluto fare gli auguri per Pasqua: “A tutti voi e alle vostre famiglie auguro una serena giornata. Auguri di buona Pasqua, con grande riconoscenza, a tutte le persone che trascorreranno le feste al lavoro al servizio della comunità, scusandomi fin d'ora se dimentico di citare qualcuno: medici e infermieri impegnati negli ospedali, operatori sanitari nelle rsa, Forze dell'Ordine, Polizia locale, Protezione civile e volontari, operatori Amaie energia e tutti i lavoratori della filiera della distribuzione alimentare, che fosse dipeso da me avrei lasciato a casa almeno a Pasqua e Pasquetta. Un augurio speciale, infine, a tutte le persone che negli ospedali, nelle Rsa o in isolamento nelle proprie abitazioni stanno affrontando il Covid-19. Il mio augurio di cuore che possiate presto guarire e tornare alla vita di tutti i giorni”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium