/ Cronaca

Cronaca | 24 novembre 2019, 12:52

Allerta 'rossa' terminata alle 15, intanto la Regione si attiva per richiedere lo stato di emergenza

In totale sono 800 le persone isolate in Liguria

Allerta 'rossa' terminata alle 15, intanto la Regione si attiva per richiedere lo stato di emergenza

Le previsioni di ieri stanno trovando conferma e, quindi, Arpal ha ufficializzato lo stop all'allerta 'rossa' per le 15 di oggi pomeriggio. Intanto, come ha annunciato il governatore Giovanni Toti, la Regione si sta attivando per la richiesta dello stato di emergenza al Governo.

Dopo le intense precipitazioni delle ultime 36 ore i fenomeni sono in lenta e graduale attenuazione anche se, nelle prossime ore, saranno ancora possibili rovesci. Arpal ha dunque confermato l'orario di conclusione dell'allerta 'rossa' per le Zone A, B e D.

Questa la nuova scansione dell'allerta: a Ponente allerta 'rossa' fino alle 15, poi 'gialla' fino alle 18. Nell'entroterra di centro Ponente allerta 'gialla' fino alle 6 di domani, per i bacini piccoli fino alle 21.
Al centro della regione (Zona B) allerta 'gialla' dalle 12 alle 18.

Precipitazioni tra moderate e forti hanno interessato, nelle ultime 24 ore, soprattutto il centro Ponente. Le cumulate (dati aggiornati alle 10), in molte località hanno superato i 200 millimetri e in alcuni casi i 300. Nella zona A (Ponente regionale) si segnalano i 263.8 millimetri al Colle del Melogno (Sv) e i 227.6 a Onzo Ponterotto (Sv). Nella zona B (centro Ponente) 390 millimetri a Ellera Foglietto (Sv), 368.2 a Stella Santa Giustina (Sv), 351.8 a Lavagnola (Sv), 350.2 ad Alpicella (Sv), 328 a Santuario di Savona; in questa zona, per la provincia di Genova, 218.4 millimetri a Sciarborasca. Nei versanti padani di Ponente (zona D), 372.4 a Montenotte Inferiore (Sv), 358.4 a Urbe Vara Superiore(Sv), 347.2 a Piampaludo (Sv) mentre, in provincia di Genova, Prai (comune di Campo Ligure) ha raggiunto 204.8 millimetri. Nelle zone in cui si è già conclusa l’allerta da segnalare i 131.8 millimetri di Montoggio (Genova, zona E) e i 130.6 di Casale di Pignone (La Spezia, zona C).  Tra la serata di sabato e la scorsa notte le piogge, anche in ragione di uno stato di completa saturazione del terreno, hanno mantenuto i livelli dei corsi d’acqua intorno alle soglie di esondazione con problematiche nel savonese. Anche questa mattina le precipitazioni hanno rallentato la discesa dei livelli idrometrici sempre nel savonese. Da segnalare, inoltre, l’intensa mareggiata con moto ondoso andrà gradualmente diminuendo.

Nelle prossime ore avremo una progressiva  attenuazione dei fenomeni anche se, dalla serata, un ritorno di aria umida dalla Pianura Padana potrà provocare nuove precipitazioni specie sui versanti padani della regione, in particolare quelli di Ponente. Un miglioramento più deciso delle condizioni meteorologiche è atteso per la giornata di domani.

Le previsioni:

Oggi: progressiva attenuazione delle precipitazioni. Il permanere di un flusso umido meridionale manterrà deboli piogge sparse che assumeranno carattere diffuso dal pomeriggio nelle zone interne della regione. Sulla zona D si prevedono cumulate anche significative. Possibili isolati e brevi rovesci sulle zone ABD fino al primo pomeriggio. Venti settentrionali in rinforzo in serata tra forti e di burrasca, anche rafficati. Mare molto mosso in lento calo.

Domani: nella notte deboli piogge a carattere diffuso nelle zone interne della regione; esaurimento in mattinata. Nelle prime ore della giornata venti settentrionali tra forti e di burrasca in attenuazione già nel corso della mattina. Mare localmente molto mosso a Ponente.

Martedì: possibili locali piovaschi in serata.

 

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium