/ Politica

Politica | 17 gennaio 2014, 13:03

Il Distretto Florovivaistico del Ponente vola in Russia per promuovere la floricoltura del ponente ligure

Fiori, fronde e piante in vaso liguri saranno al centro dell'attenzione di tre meeting professionali rivolti ai dettaglianti

Riccardo Giordano

Riccardo Giordano

A partire dalla giornate del 19, e sino al 24 gennaio, il Distretto Agricolo Florovivaistico del Ponente effettuerà tre dimostrazioni floreali in Russia, più precisamente  a Kazan, a Mosca e a Novosibirsk.

"Fiori, fronde e piante in vaso liguri - spiega il presidente Riccardo Giordano - saranno al centro dell'attenzione di tre meeting professionali rivolti ai dettaglianti. Le dimostrazioni floreali saranno tenute dai rinomati floral designer Toni Trentini e Rudy Casati, già componenti del Sanremo Italian Style,  che illustreranno ai loro colleghi russi le particolarità e le tecniche migliori per valorizzare i prodotti florovivaistici tipici del Ponente ligure.

I paesi dell'est sono un importante mercato in crescita, viste le ottime performance economiche generali: pochi mesi fa il Distretto aveva partecipato ad iniziative promozionali in Polonia e Ucraina. In particolare, in Russia il prodotto italiano e il nome "Sanremo" possono ancora dare un valore aggiunto importante, su cui si può e si deve ancora puntare. La Federazione Russa ha importato nel 2012 dall'Unione Europea piante e fiori per un valore di circa 460 milioni di euro, ovvero il + 16.7 % rispetto al 2011 e un valore più che triplo rispetto al 2004. Particolarmente importante è inoltre il fatto che nel nuovo accordo Italia - Russia recentemente firmati a Trieste sia esplicitamente tracciata la strada per una maggior cooperazione tra i due Paesi in ambito florovivaistico.

A breve il rinnovato Comitato di Distretto si riunirà per eleggere il nuovo presidente, cui auguro fin d'ora buon lavoro".

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium