/ Attualità

Attualità | 22 luglio 2019, 14:04

Nuovi risvolti dopo il 'caso' della 'Traviata': camere non pagate a Bordighera mentre si 'salva' la Casa Valdese di Vallecrosia

Qui, secondo il racconto di chi gestisce la struttura, l’organizzatrice si sarebbe presentata a maggio per organizzare il tutto ed avrebbe concordato 15 posti letto per due notti con la formula della mezza pensione più 25 pasti nella prima giornata ad un prezzo di circa 2.000.

Nuovi risvolti dopo il 'caso' della 'Traviata': camere non pagate a Bordighera mentre si 'salva' la Casa Valdese di Vallecrosia

Si arricchisce di ulteriori risvolti il ‘caso’ de ‘La Traviata’, spettacolo che si è svolto parzialmente, sabato scorso, ai Giardini Lowe di Bordighera e sospeso alla fine del primo tempo, perché i protagonisti avevano concordato il pagamento della serata a metà della stessa.

Secondo fonti ben informate, infatti, non sarebbero stati pagati soggiorni per circa 35 tra orchestrali e figuranti, in una nota struttura turistica di Bordighera mentre è andata meglio alla ‘Casa Valdese’ di Vallecrosia. Qui, secondo il racconto di chi gestisce la struttura, l’organizzatrice si sarebbe presentata a maggio per organizzare il tutto ed avrebbe concordato 15 posti letto per due notti con la formula della mezza pensione più 25 pasti nella prima giornata ad un prezzo di circa 2.000.

La struttura aveva anche concordato una caparra pari a 600 euro, che doveva arrivare entro il 18 luglio. Ha atteso fino all’ultimo ma, visto che l’organizzatrice non rispondeva mai al telefono mentre, via mail assicurava l’arrivo dei soldi, la struttura ha deciso di rifiutare la prenotazione e di vendere le camere (non tutte purtroppo) per cercare di recuperare dal danno che era stato provocato.

La stessa struttura vallecrosina aveva ‘fiutato’ qualcosa che non andava, anche per la proposta dell’organizzatrice che chiedeva un possibile ‘baratto’ tra un’esibizione collaterale dei partecipanti allo spettacolo, nel giardino della ‘Casa Valdese’. Tutto ciò in cambio di 40 pasti gratuiti. La struttura ha deciso di non accettare e l’organizzatrice ha poi concordato e firmato per i 2.000 euro pattuiti. Ma della caparra non è mai arrivato nulla e, quindi, le camere sono state vendute ad altri.

Sembra tra l’altro che a Bordighera, oltre alle 35 camere nell’hotel della zona, non sarebbe stato pagato un rinfresco, concordato con un negozi della città delle palme. Da evidenziare che la nostra redazione ha più volte cercato di parlare con l’organizzatrice dell’evento, che non ha mai risposto alle telefonate.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium