/ Attualità

Attualità | 04 giugno 2019, 07:14

Sanremo: le eccellenze della scuola media di via Volta alle finali nazionali dei Giochi Matematici della “Bocconi”

Alessandro Verrando, Paola Almerighi e Adam Harakat sono stati accompagnati dalle loro professoresse Antonella Linardi e Ingles Alberti

Da sinistra: Adam Harakat, Paola Almerighi e Alessandro Verrando

Da sinistra: Adam Harakat, Paola Almerighi e Alessandro Verrando

La matematica come materia di studia ma anche come passione. I numeri e ogni loro possibile declinazione sono il filo che unisce Alessandro Verrando, Paola Almerighi e Adam Harakat, i tre studenti della scuola media di via Volta che l’11 maggio scorso hanno preso parte alle finali nazionali dei Giochi Matematici della “Bocconi” di Milano.

Accompagnati dalle professoresse di matematica e scienze Antonella Linardi e Ingles Alberti hanno messo in mostra tutte le loro abilità insieme ad altri circa 5 mila studenti provenienti da tutta Italia ottenendo, tra l’altro, ottimi piazzamenti.

Il primo step è stato a marzo ad Arma di Taggia con le semifinali a livello ligure su scala provinciale tra Imperia e Savona. Lì Alessandro, Paola e Adam hanno guadagnato il pass per le finali di Milano, una vetrina tanto inaspettata quanto meritata per tre ragazzi dal sicuro futuro nel campo dello studio e non solo.

Alessandro Verrando ama l’aritmetica ma non disdegna la passione per la PlayStation e per il videogame “Fortnite” oltre alla pratica del triathlon; a Paola Almerighi piace di più l’algebra, suona pianoforte e chitarra, ha letto tutta la saga di Harry Potter e si sta confrontando con la lettura di “Orgoglio e pregiudizio” e “Cime tempestose”. Per il suo futuro ha scelto il Liceo Classico; Adam Harakat suona il violino, frequenta gli scout e ama essere sempre informato, per lui il piacere della matematica sta nel trovare sempre la soluzione.

Per la scuola di via Volta si tratta della prima partecipazione, una grande soddisfazione per le insegnanti e per tutto il corpo docenti. Quasi a sorpresa è arrivata una vetrina nazionale cercata e meritata e, ovviamente, se i ragazzi amano così tanto la matematica deve essere riconosciuto il merito anche alle loro insegnanti. “È stata una bellissima esperienza formativa anche per noi, ci è sembrata una grande opportunità dopo il superamento della prima fase regionale, il merito è dei ragazzi che ci hanno chiesto di partecipare - raccontano ai nostri microfoni Antonella Linardi e Ingles Alberti - oltre alla grande soddisfazione c’è anche l’entusiasmo di continuare su questa strada del potenziamento delle nostre eccellenze. A loro diciamo di continuare così, siamo onorate di averli accompagnati e di aver trovato nel nostro percorso ragazzi così entusiasti”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium