/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 26 maggio 2019, 11:36

Elezioni comunali a Sanremo: 'Nessun sequestro di materiale da parte della Polizia". Il Pd annuncia querele nei confronti di alcuni giornali

In mattinata, alcuni organi di informazione avevano parlato di sequestro di materiale all'interno della sede del Partito Democratico. In realtà la Polizia ha solo invitato la persona all'interno a chiudere la sede

Elezioni comunali a Sanremo: 'Nessun sequestro di materiale da parte della Polizia". Il Pd annuncia querele nei confronti di alcuni giornali

Annuncia querela il Partito Democratico di Sanremo nei confronti degli organi di stampa che hanno diffuso notizie su un sequestro, smentito dalla Polizia, di materiale nella sede del circolo di Coldirodi.

Secondo quanto riferito dalla Polizia, gli agenti sarebbero intervenuti perché la sede Pd, che si trova vicino al seggio in cui si vota per comunali ed europee, era aperta, con all'interno esposto il materiale di propaganda. La Polizia ha invitato la persona all'interno di chiudere il locale.

In mattinata, tramite alcuni organi di informazione, si era diffusa una versione differente dell'accaduto, cioè che la Polizia avesse sequestrato del materiale di propaganda elettorale. Questo è stato smentito dal Partito Democratico in una nota.

"In relazione alle notizie apparse su alcuni giomali online con riferimento ad ipotesi di violazione della legge elettorale a Coldirodi, - scrivono i Dem - il Coordinatore Comunale intende precisare che si è trattato di un encomiabile intervento della Polizia di Stato molto attenta e solerte nel controllo del territorio durante il periodo elettorale, e durante il quale non è stata constatata alcuna violazione nè sequestrato o rimosso materiale.

Gli operatori della Polizia di Stato hanno solo constatato la presenza della sede del PD di Coldirodi che da sempre si trova a pochi metri dai seggi elettorali, e che, durante il giorno delle elezioni ed il giorno precedente non viene aperta al pubblico. Come Unione Comunale e Sezione di Coldirodi stiamo valutando di agire nei confronti degli organi online che hanno permesso il diffondersi di notizie tendenziose che ci hanno costretto ad una rapida smentita e che provocano un danno politico in un momento estremamente delicato come il giorno delle elezioni
".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium