Leggi tutte le notizie di IL PUNTO DI CLAUDIO PORCHIA ›

ATTUALITÀ | 19 maggio 2019, 18:11

A Taggia sarà di nuovo tempo tempo di ciliegie. Domenica 9 giugno tornerà la tradizionale Festa

Le anticipazioni nell'intervista a Laura Cane la presidente del consiglio comunale con delega alla cultura che ha creduto nel riproporre questo evento interrotto oltre 50 anni prima.

La Festa della Ciliegia tornerà a Taggia anche nel 2019. Il grandissimo successo ottenuto l’anno scorso per la riedizione dell’appuntamento (Gallery fotografica e notizia a questo LINK), assente da oltre 50 anni, ha confermato non solo l’interesse di una comunità ma un considerevole appeal territoriale. 



Squadra che vince non si cambia. Infatti, memore del risultato, l’amministrazione comunale ha scelto di tornare ad investire su questa manifestazione. Laura Cane, la presidente del consiglio comunale con delega alla cultura, sta seguendo da vicino l’organizzazione della seconda edizione della Festa insieme al gruppo che nel 2018 aveva dato vita all’evento: la Proloco, le infioratrici, il Centro Culturale Tabiese, il gruppo ‘Sulle Orme di San Benedetto’, il comitato per i festeggiamenti storici di San Benedetto, i rioni ed i locali.



Bocche serrate da parte dei diretti interessati fatta eccezione per la conferma: “Le tradizioni devono essere mantenute. Per questo posso annunciarvi che domenica 9 giugno tornerà la Festa della Ciliegia. - afferma Laura Cane - E’ altrettanto giusto apportare delle novità nell’ottica di migliorare e quest’anno ci saranno alcune piccole migliorie. Regaleremo anche gli alberi di ciliegio ai privati così come fatto l’anno scorso perché questa pianta è stata importantissima per la nostra economia fino agli anni ’60”. 

Quindi che cosa aspettarsi ad un mese dall’evento? La struttura principale dell'appuntamento dovrebbe rimanere inalterata con il concorso e la sfilata allegorica dei carri a tema, lungo il centro di Taggia. L’anno scorso la vittoria andò al rione ‘Pozzo’, seguito da ‘Piazza Nuova’, ‘Pantan’ e rione ‘Orso’. 

 Ci sarà anche la consegna delle ciliegie anche se sarà leggermente differente rispetto a quanto visto l’anno scorso quando vennero distribuiti oltre 4mila sacchetti di ciliegie, per un peso di circa 4 quintali. 

"Le tradizioni sono un elemento importante e necessario per continuare a costruire il futuro di una comunità come quella Tabiese. Per questo motivo un anno fa ho creduto ed ho voluto fortemente riproporre questa festa a distanza di 50 anni dall'ultima edizione. Ricreare un collegamento tra passato e presente è fondamentale per i tabiesi. La nostra comunità vanta tradizioni centenarie come la festa della Maddalena, i festeggiamenti storici di San Benedetto Revelli, il biscotto Pasquale delle confraternite, da noi chiamato 'il biscotto di Taggia' e molto altro ancora. Negli anni questi momenti sono sempre stati celebrati rendendo la comunità più forte ed unita. Taggia respira tradizione e cultura - conclude Laura Cane - Il ritorno per il secondo anno della Festa della Ciliegia è importante, un evento semplice ma con una forte anima popolare ed un carattere folkloristico ma non di meno, mi piace pensare all'anno scorso quando tutto il nostro bellissimo borgo ha partecipato all'evento come una grande famiglia".

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

martedì 25 giugno
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium