/ Politica

Politica | 10 febbraio 2019, 19:11

Ventimiglia: controlli francesi al confine, Di Muro “Organizzerò una visita della ‘Commissione Schengen’, non si possono più chiudere gli occhi di fronte a questo atteggiamento”

“Vorrei fare qualcosa di più concreto - spiega al nostro giornale - che credo possa andare a realizzarsi nel prossimo mese."

Ventimiglia: controlli francesi al confine, Di Muro “Organizzerò una visita della ‘Commissione Schengen’, non si possono più chiudere gli occhi di fronte a questo atteggiamento”

A Ventimiglia potrebbe arrivare a breve la Commissione bicamerale che si occupa di controllare l’applicazione dell’accordo di Schengen. Ad annunciarlo è l’onorevole Flavio Di Muro (Lega) all’indomani di quanto accaduto al confine fra Italia e Francia. Nel pomeriggio di ieri, infatti, si sono inaspriti i controlli francesi in frontiera, molti pendolari hanno dichiarato di essere rimasti quasi in ‘ostaggio’ in territorio transalpino. 

Episodio che, di fatto, non è piaciuto all’onorevole Di Muro il quale ha fatto sapere di aver avvisato subito lo staff del Vice Presidente del Consiglio, Matteo Salvini: “Vorrei fare qualcosa di più concreto - spiega al nostro giornale - che credo possa andare a realizzarsi nel prossimo mese. Visto che sono componente della Commissione bicamerale Schengen che si occupa del controllo della funzione del trattato che opera sui confini dei paesi che fanno parte dell’Unione Europea, vorrei organizzare una missione a Ventimiglia per verificare se questo funziona veramente oppure no.” 

Un sopralluogo che, secondo Di Muro, sarebbe necessario a prescindere da quanto accaduto ieri: “Questo vale anche per i respingimenti che riguardano i migranti e che vengono rispediti in Italia - continua - parliamo di migliaia e migliaia di persone, anche donne minorenni che spesso vengono fatte passare per maggiorenni. 

E’ chiaro che non si possono più chiudere gli occhi di fronte a questo atteggiamento, tra l’altro la Francia continua a chiedere delle proroghe per fare eludere Schengen, per noi non è più possibile andare avanti così. L’iniziativa di ieri - conclude - mi motiva ancora di più per organizzare questa visita della Commissione Schengen al confine, con l’obiettivo di preparare delle audizioni da portare in Europa per chiedere se è normale che venga consentito alla Francia di poter fare quel che vuole sul confine con l’Italia, eludendo senza preavviso alcuno il libero flusso delle persone.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium