/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 23 gennaio 2019, 12:39

Maltempo sulla Liguria: allungata fino alle 6 di domani l'allerta per neve, per ora solo qualche fiocco in montagna

L’annunciata perturbazione ha raggiunto la Liguria portando pioggia mista a qualche fiocco in riva al mare, che diventa neve bagnata e poi più consistente addentrandosi nell’entroterra. Sta piovendo a tratti sulla costa e, anche nell'entroterra, non si segnalano nevicate.

Maltempo sulla Liguria: allungata fino alle 6 di domani l'allerta per neve, per ora solo qualche fiocco in montagna

E' stata modificata e prolungata l'allerta 'gialla' per neve, dopo le nuove previsioni emanate da Arpal. Per la nostra provincia è stata prolungata fino alle 6 di domani mattina. Si stanno concentrando in queste ore le precipitazioni diffuse, in atto soprattutto sul centro della regione. 

L’annunciata perturbazione ha raggiunto la Liguria portando pioggia mista a qualche fiocco in riva al mare, che diventa neve bagnata e poi più consistente addentrandosi nell’entroterra. Le valli Stura e Orba hanno già visto cadere una decina di centimetri (22, invece, i centimetri al nivometro di Urbe Vara Superiore), e si confermano i territori su cui sembra maggiormente insistere la convergenza fra i venti da nord di ponente e da est-sud est a levante.

È ancora probabile che localmente si verifichino rovesci nevosi con qualche centimetro di accumulo in pochi minuti, anche in sconfinamento lungo la costa fra Albisola e Genova, ma saranno episodi limitati per tempo e porzione di territorio interessato. Dal tardo pomeriggio le precipitazioni diffuse andranno attenuandosi, subentreranno forti venti da nord con raffiche sui capi più esposti a 120 km/h che acuiranno la sensazione di disagio da freddo e il rischio di gelate diffuse (ma senza gelicidio). 

Al momento, sulla nostra provincia, non si segnalano precipitazioni nevose. Sta piovendo a tratti sulla costa e, anche nell'entroterra, non si segnalano nevicate. Questa mattina qualche fiocco di neve è caduto a San Romolo e Monte Bignone sulle alture di Sanremo. Si viaggia regolarmente sia sulla Statale 20 che sulla 28 del Nava. Ha iniziato a nevicare in Piemonte e, sulla A6 Savona-Torino vengono controllate le auto per le catene a bordo o gli pneumatici da neve.

Domani mattina rapido miglioramento del cielo, con il sole che da ponente andrà a interessare nel corso della giornata il resto della regione. Resteranno di burrasca forte i venti, con raffiche superiori a 100 km/h, e monterà il mare fino a localmente agitato a ponente. Massime in aumento alle estremità della regione, minime in ulteriore diminuzione soprattutto nell’entroterra.

Ricordiamo che, per la neve, i colori dell’allerta sono determinati dalla previsione di accumuli al suolo, dalla differenza fra comune costiero o dell’interno, e dalla presenza o meno di infrastrutture sensibili. Per quanto riguarda le temperature sono, ovviamente, molto basse: alle ore 12 le temperature più fredde della rete Omirl sono quelle di Monte Settepani (Savona) con -7.8, Poggio Fearza (Imperia) con -6.9. Sotto le previsioni.

Oggi: una perturbazione caratterizzata da aria artica marittima determina nevicate diffuse su tutte le zone interne con accumuli fino a moderati, generalmente deboli su tratti autostradali; spolverate nevose sulla costa di A e B. Possibili rovesci nevosi che localmente potranno determinare accumuli maggiori. Venti in rinforzo dai quadranti settentrionali fino a burrasca su tutte le zone con possibili raffiche fino 80-100 km/h in serata. Mare in aumento ad agitato in serata per onda da Nord. Gelate diffuse e moderato disagio fisiologico per freddo. 

Domani: fino al primo mattino, residui fenomeni nevosi deboli o localmente moderati negli interni e possibili spolverate nevose sulla costa. Gelate diffuse, in particolare nelle zone già interessate dalle precipitazioni. Venti di burrasca forte dai quadranti settentrionali su tutte le zone con possibili raffiche fino a 100-120 km/h. Mare ancora agitato per onda da Nord su A. Diffuse condizioni di moderato disagio fisiologico per freddo. 

Venerdì: il ritorno al cielo sereno determinerà nelle ore notturne temperature molto basse che daranno luogo a gelate diffuse nell'interno e localmente sui versanti costieri. Venti ancora forti da Nord con raffiche fino a 70-80 km/h. Moderato disagio fisiologico per freddo nelle ore notturne.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium