/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 11 dicembre 2018, 07:14

Buone notizie per l'Ospedale Unico della provincia: in arrivo un importante stanziamento dalla Manovra del Governo

La conferma è stata data dall’Assessore regionale Sonia Viale: “C’è un forte stanziamento del Governo e, anche se è ancora tutto da valutare, se come penso ci sarà un importante importo per la nostra regione, ci sono ottime prospettive per finanziamenti importanti per l’Ospedale Unico".

Buone notizie per l'Ospedale Unico della provincia: in arrivo un importante stanziamento dalla Manovra del Governo

A pochi giorni dall’assegnazione ad un privato dell’ospedale ‘Saint Charles’ di Bordighera torna di stretta attualità l’Ospedale Unico della provincia di Imperia, la grande struttura con le ‘eccellenze’ della medicina che dovrebbe servire buona parte del ponente e che dovrebbe sorgere a Taggia.

Il capoluogo della Valle Argentina è stato scelto da tempo, quale zona più ‘centrale’ della nostra provincia e, proprio nel settembre scorso era venuta alla luce la notizia che la decisione (che deve ancora essere presa dal Comune, visto che è in corso la revisione del Puc), dovrebbe sorgere a Nord della stazione ferroviaria, in accordo tra l’Amministrazione comunale guidata da Mario Conio e la Regione Liguria. La precedente edente Amministrazione, quella guidata per due mandati da Vincenzo Genduso, aveva inserito nel Puc il futuro ospedale ‘baricentrico’ e di eccellenza della nostra provincia, nell’area a Sud della stazione, ma questa soluzione non sarebbe funzionale ad un nosocomio importante ed avrebbe anche a che fare con problemi di vario genere.

Dalla manovra economica arriva oggi una buona notizia in relazione agli stanziamenti in sanità. La conferma è stata data dall’Assessore regionale Sonia Viale: “C’è un forte stanziamento del Governo e, anche se è ancora tutto da valutare, se come penso ci sarà un importante importo per la nostra regione, ci sono ottime prospettive per finanziamenti importanti per l’Ospedale Unico. Fino a poco tempo fa, per un investimento pubblico c’era un po’ di scetticismo ma, se il Governo conferma questo tipo di stanziamenti, ci saranno fondi per partire con questa importante opera”.

Buone notizie, quindi, sul fronte dell’ospedale unico, che potrà non solo soddisfare i pazienti imperiesi ma anche in arrivo da altre province e regioni. E proprio la decisione di costruirlo a Nord della stazione, prevede anche la possibilità di un ulteriore sviluppo futuro. A Sud ci sarebbero anche altri problemi come quelli legati ai piani di bacino. Stiamo parlando di un ospedale che dovrebbe costare intorno ai 120 milioni. Fino a poco tempo fa l’unico nodo da sciogliere in merito era quello di capire se dal Ministero sarebbero arrivati i soldi sufficienti a costruire un ospedale interamente pubblico, oppure se sarebbe servito accedere ad un project financing. Ora sembra che i soldi pubblici ci siano.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium