/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | venerdì 07 dicembre 2018, 14:18

Questa mattina, seduta del ‘Consiglio regionale dei ragazzi’. Piana: “Conoscere l’ordinamento democratico è il miglior modo per maturare un profondo senso civico”

La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con Unicef. Sono intervenuti, fra gli altri, il vicepresidente della giunta regionale Sonia Viale e l’assessore alle politiche giovanili Ilaria Cavo. Hanno preso parte alla seduta i consiglieri regionali Paolo Ardenti e Lilli Lauro

Questa mattina, seduta del ‘Consiglio regionale dei ragazzi’. Piana: “Conoscere l’ordinamento democratico è il miglior modo per maturare un profondo senso civico”

Questa mattina 63 fra sindaci, assessori e consiglieri dei “Consigli comunali dei ragazzi della Liguria”, hanno preso posto nei banchi riservati ai componenti dell’Assemblea legislativa e si sono cimentati in un serrato question time con i rappresentanti delle istituzioni regionali, i vertici di Unicef e il garante per i diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza.

La manifestazione, organizzata in collaborazione con l’Unicef per celebrare la “Giornata mondiale dei diritti dell’Infanzia”, è ormai giunta alla terza edizione in Liguria ed è stata una delle prime iniziative di questo genere in Italia.

Il dibattito, stimolato dai giovanissimi amministratori comunali di età compresa fra i 9 e i 13 anni, ha riguardato diversi temi: i ragazzi hanno chiesto più spazi di aggregazione per i giovani come cinema e teatri, maggiore pulizia e decoro nelle città e nelle spiagge, l’incremento della raccolta differenziata, il recupero di alcune strutture all’interno delle scuole, maggiori impianti sportivi e interventi lungo le coste danneggiate dalle mareggiate di fine ottobre.

I baby amministratori hanno segnalato, inoltre, le iniziative avviate dai rispettivi Consigli che riguardano lo studio della Costituzione, il rispetto dei diritti dei bambini, la raccolta di vestiti usati e mercatini per ricavare fondi destinati alla protezione civile e ai bambini più poveri.

I rappresentanti del Consiglio comunale dei ragazzi di Bogliasco, infine, ha donato al presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana una Pigotta, la celebre bambola Unicef protagonista della campagna a sostegno dei bambini dei paesi in via di sviluppo.

La cerimonia è stata aperta dall’esibizione musicale degli allievi del Conservatorio Paganini di Genova che hanno intonato l’inno dell’Unicef.

Subito dopo il presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana ha aperto “la seduta”: «Da qualche anno il Consiglio regionale e Unicef Liguria, attraverso un approccio inconsueto, dedicano questa ricorrenza all’ascolto delle problematiche dei minori, invitando i più piccoli rappresentanti che un sistema democratico possa darsi a farsi portavoce dei propri bisogni, desideri e idee per una società più ”amica dei bambini”, una società capace, in primis, di ascoltarne la voce». Secondo il presidente «conoscere e sperimentare direttamente gli strumenti di ogni ordinamento democratico è il miglior modo per maturare un profondo senso civico e una cittadinanza consapevole e rappresenta un’esperienza di straordinario valore formativo».

Sonia Viale, vicepresidente della giunta e assessore alla sanità, ha salutato la baby Assemblea: «Ogni cittadino può incidere nel cambiamento della vita quotidiana quindi anche i ragazzi possono diventare protagonisti, sia attraverso il voto sia partecipando in prima persona. Anche voi avete vinto una campagna elettorale che vi ha permesso di sedere nel vostro Consiglio ma, dopo la vittoria - ha ammonito - occorrono capacità e studio perché con l’improvvisazione il consenso ben presto sfuma. Ogni amministratore, dunque, deve fare bene anche perché – ha concluso – il suo operato sarà sempre sottoposto al giudizio dei suoi elettori». Viale ha quindi ringraziato Unicef per l’impegno costante a difesa dei bambini in tutti i paesi del mondo.

Ilaria Cavo, assessore alla scuola, ha sottolineato l’importanza di questo appuntamento annuale: «Le vostre domande ogni volta sono sempre molto utili perché spesso noi, impegnati su tematiche più tecniche e amministrative, rischiamo di perdere di vista alcuni argomenti altrettanto importanti e che a voi stanno a cuore». L’assessore ha quindi ricordato la tragedia del ponte Morandi e gli sforzi compiuti dalle istituzioni per assicurare la continuità scolastica nelle zone colpite dal crollo: «Dobbiamo ricordare – ha aggiunto - che il diritto allo studio, che sembra scontato, in realtà non lo è e una tragedia come questa fa capire quanto il diritto allo studio sia prezioso e quanto, a volte, sia complicato metterlo in atto».

Giacomo Guerrera, già presidente nazionale di Unicef, ha salutati i baby amministratori complimentandosi per la qualità delle richieste avanzate.

Franco Ciro, presidente regionale e genovese Unicef ha dichiarato: «A 29 anni dalla Convenzione ONU sui diritti dell'Infanzia e dell'adolescenza, a cui UNICEF Italia ha offerto un contributo fondamentale per giungere alla storica approvazione, ci siamo resi conto che occorreva creare delle occasioni per dare voce ai giovani e siamo particolarmente orgogliosi di avere dato vita ai Consigli Comunali dei Ragazzi come strumento ideale per avvicinare i giovani alle Istituzioni». Secondo Cirio grazie a questo nuovo strumento «i ragazzi possono essere protagonisti per una Liguria più amica».

Francesco Lalla, Garante regionale per i diritti dell’infanzia e l’adolescenza, ha ricordato ai ragazzi la nuova scommessa del suo ufficio: l’istituzione dei tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati in Italia e l’ottima risposta che il bando ha incontrato in Liguria.

Hanno partecipato al dibattito, fra gli altri, Dario Arkel, responsabile dell’ufficio del Garante per i diritti dell’infanzia, Liana Maggiano dell’Osservatorio UNICEF sui diritti dell'infanzia in Liguria e Francesco Bocciardo, medaglia d’oro nei 400 stile libero alle Paraolimpiadi di Rio de Janeiro e testimonial Unicef per la Liguria.

Erano presenti anche rappresentanti dell’Ufficio scolastico regionale, dei Vigili del Fuoco e della Guardia Costiera, e alcuni ambasciatori UNICEF .

Hanno assistito alla seduta i consiglieri regionali Paolo Ardenti e Lilli Lauro

PROVENIENZA DEI RAPPRESENTANTI DEI CONSIGLI COMUNALI DEI RAGAZZI

GENOVESATO

Consiglio comunale di Arenzano
Consiglio comunale di Bogliasco
Consiglio comunale di Recco
Consiglio comunale di Sori
Consiglio comunale di Pieve 

PROVINCIA DI SAVONA

Consiglio comunale di Quiliano

PROVINCIA DI IMPERIA

Consiglio comunale di Vallecrosia
Consiglio comunale di Santo Stefano Riva Ligure
Consiglio comunale di Santo Stefano al Mare
Consiglio comunale di Imperia
Consiglio comunale di Arma di Taggia
Consiglio comunale di Ventimiglia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore