/ ECONOMIA

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

ECONOMIA | giovedì 21 giugno 2018, 00:34

Digital divide in Liguria: cosa fare per superarlo definitivamente?

D’altronde sappiamo bene che oggi pc, smartphone in combinazione con internet permettono di fare praticamente tutto.

Il digital divide in Liguria è (quasi) un mero ricordo, ma occorrono degli investimenti che la Regione deve stanziare a bilancio per sviluppare i servizi di banda larga, di Wi-fi e di attivazione di hotspot pubblici nel tessuto cittadino delle varie località liguri (Imperia, Savona, Genova, La Spezia) in modo da permettere a tutti l’accesso a queste nuove tecnologie. D’altronde sappiamo bene che oggi pc, smartphone in combinazione con internet permettono di fare praticamente tutto. Dal semplice invio di un fax fino al prenotare una visita medica o controllare il proprio conto in banca. Per fortuna la nostra regione sul versante digital divide sembra essere sulla buona strada grazie anche ad una serie di iniziative che le amministrazioni hanno deciso di promuovere.

 

Regione Liguria: firmati due protocolli d’intesa dal Governatore Toti

Benvenuta digitalizzazione in Liguria: la Regione punta a ridurre il digital divide e si pone l’obiettivo di “valorizzare gli elementi e le specializzazioni presenti sul territorio, sulla base di quanto rappresentato nella strategia di specializzazione intelligente della Regione Liguria (Smart Specialization Strategy, cd. S3)” come fissato nel Por Fesr 2014-2020 - Asse 1 - azione 1.2.4. In data 14 maggio 2018 sono stati siglati due protocolli di intesa tra la Regione e il capoluogo genovese per potenziare la rete infrastrutturale ICT regionale, diffondere le competenze digitali e sostenere l’innovazione. La sottoscrizione dei due protocolli d’intesa da parte del Governatore della Regione Giovanni Toti, il Sindaco di Genova Marco Bucci e l’Amministratore Delegato di Cisco Italia Agostino Santoni rappresenta un “balzo” in avanti per accelerare la digitalizzazione, al livello regionale. Si tratta di due accordi che rientrano nel programma di investimenti Digitaliani, lanciato da Cisco in Italia. A proposito della sottoscrizione dei protocolli, Agostino Santoni, AD di Cisco Italia ha sottolineato che “i progetti che fanno parte di questo accordo dimostrano che la pubblica amministrazione locale può essere protagonista dell’innovazione. Usando tecnologie di nuova generazione, la Regione Liguria potrà offrire servizi innovativi e, allo stesso tempo, proteggere al meglio i dati dei cittadini e la privacy. Inoltre, il progetto prevede programmi per diffondere le competenze digitali e far crescere l’ecosistema di innovazione locale”.

 

Liguria: sviluppo e potenziamento di un’infrastruttura sempre più innovativa

Per digitalizzare in modo sicuro la Pubblica Amministrazione, la Regione Liguria punta a potenziare i suoi data center e si candida a diventare Polo Strategico Nazionale. Si tratta di una finalità davvero ambiziosa che richiede investimenti in architetture infrastrutturali tecnologiche per renderle più sicure, potenti e disponibili. “La collaborazione con Cisco riguarda l’introduzione di un monitoraggio in tempo reale e il miglioramento continuo della sicurezza dei nostri sistemi, un elevato livello di automazione e funzionalità basate sull’intelligenza artificiale”, commenta Paolo Piccini, amministratore unico di Liguria Digitale. “Il risultato sarà quello di poter gestire al meglio un’infrastruttura complessa e, allo stesso tempo, offrire servizi migliori ai cittadini, alle aziende, alla pubblica amministrazione locale”. Cisco diventerà sempre più una partner strategica della Regione Liguria per contribuire allo sviluppo della Sala di Controllo di Liguria Digitale per la cybersecurity, nell’ambito del progetto “Security Operation Center”. Inoltre, la multinazionale eseguirà un’analisi di risk assessment per identificare i requisiti e i processi che garantiranno la continuità dei servizi, riducendo i periodi di inattività per tutta la collettività di cittadini liguri. In accordo con la Regione Liguria e la Digital Academy di Liguria Digitale, si attiveranno corsi di formazione su temi quali la cybersecurity, IoT, l’imprenditoria digitale e l’utilizzo delle reti

Il Governatore Giovanni Toti ha commentato che “con l’accordo siglato aggiungiamo un nuovo tassello nel processo di sviluppo tecnologico della nostra Regione. Grazie alla partnership con Liguria Digitale e alla collaborazione con Cisco puntiamo allo sviluppo dell’hi-tech, con l’obiettivo di trasformare Genova e la Liguria in un polo di eccellenza a livello nazionale”.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore