/ Cronaca

Cronaca | 25 aprile 2018, 07:25

Condannato a 8 mesi di reclusione per diffamazione il blogger sanremese Rosario Marcianò sostenitore delle 'scie chimiche'

Aveva diffamato la giornalista de 'La Stampa', Sonia Bencinvelli. Ora Marcianò rischia un nuovo procedimento ed un altro processo, questa volta per minacce.

Il blogger Rosario Marcianò in uno dei suoi vari video sul web

Il blogger Rosario Marcianò in uno dei suoi vari video sul web

E’ stato condannato a 8 mesi di reclusione il noto blogger di Sanremo, Rosario Marcianò, che da tempo accusa complotti a livello nazionale ed internazionale per le cosiddette ‘scie chimiche’ che verrebbe a suo modo di dire, rilasciate dagli aerei.

La condanna è stata emessa nei confronti di Marcianò per la diffamazione sul web, in particolare con un video pubblicato su ‘You Tube’, nel quale accusava la giornalista del quotidiano ‘La Stampa’ Sonia Bencivelli, che aveva scritto un articolo nel 2013 dal titolo ‘Scie chimiche, la leggenda di una bufala’. La giornalista ha anche ricevuto una sorta di ‘mail bombing’ dai seguaci di Marcianò, seguiti da una serie di messaggi aggressivi su Facebook. Per anni sono andati avanti messaggi diffamatori e intimidatori.

E’ così scattata una denuncia nei confronti di Marcianò e, dopo una prima richiesta di archiviazione, come spesso capita per casi di questo genere (difficoltà nelle rogatorie internazionali per i messaggi sul web), è arrivata l’identificazione del blogger sanremese, con un video pubblicato su You Tube, nel quale minacciava la giornalista. Il procedimento è andato avanti si è arrivati alla condanna ad otto mesi di carcere per diffamazione a mezzo web. Ma, durante il procedimento è emersa anche una accusa di minacce, che porterà ad un nuovo processo nei confronti di Marcianò.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium