/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | venerdì 13 aprile 2018, 12:39

Dopo la vittoria al 1° Rally di Sanremo del romeno Ernest Urdareanu, dalla Romania arriva un'altra fiat 500 del 1928 (foto)

Oltre la 500 d'epoca, guidata dal pilota Gabriel Balan e copilota Costel Racu, dal paese dell'Est sono arrivate dalla Romania a Sanremo altre due automobili d’antan, una targata Constanta e una Bucarest, una Dodge DG8 del 1931 guidata dal pilota Danciu George e copilota Badulescu Razvan e una Mercedes V 170 del 1938 di Antonewicz Cristian e copilota Toma Paul

Dopo novant’anni un’altra Fiat 520 del 1928 guidata dal pilota Gabriel Balan e copilota Costel Racu è arrivata dalla Romania per partecipare al Rally di Sanremo 2018 passando per Torino e Milano

Quest’anno sono arrivate dalla Romania a Sanremo altre due automobili d’epoca, una targata Constanta e una Bucarest, una  Dodge DG8 del 1931 guidata dal pilota Danciu George e copilota Badulescu Razvan e una Mercedes V 170 del 1938 di Antonewicz Cristian e copilota Toma Paul.

Quest’anno si festeggiano i novant’anni dal primo Rally di Sanremo vinto nel 1928 dal romeno Ernest Urdareanu su una Fiat 520, identica a quella arrivata proprio in questi giorni dalla cittadina di Constanta, sul Mar Nero, e guidata sempre da un romeno: l’ingegnere Gabriel Balan e il copilota Costel Racu anche lui di Constanta.

L’automobile di Balan è stata acquistata in Italia e restaurata in Romania dal proprietario, un grande appassionato di auto d’epoca. La Fiat 520 è stata fabbricata proprio nel 1928 e conserva anche di colore identico con quella guidata da Urdareanu al Rally di Sanremo nel 1928. Sempre dalla Romania sono arrivate per il Rally di Sanremo altre due automobili d’epoca, una targata Constanta e una Bucarest, una  Dodge DG8 del 1931 guidata dal pilota Danciu George e copilota Badulescu Razvan e una Mercedes V 170 del 1938 di Antonewicz Cristian e copilota Toma Paul.

Tutte le tre automobili hanno fatto il trasferimento su strada partendo da Constanta e percorrendo più di 2000 km in quattro giorni. Le auto hanno fatto il seguente percorso: Constanța – Bucarest – Pitești – Sibiu – Arad – Szeged – Budapest – Maribor – Ljubliana – Trieste – Venezia – Milano – Torino –Sanremo.

Prima della partenza sono stati avvertiti alcuni centri di assistenza Fiat disposti sul percorso delle auto romene che hanno dato la disponibilità d intervenire gratuitamente in caso di guasti sulla strada.

Le auto sono state accompagnate da due mezzi di assistenza tecnica da Constanta e fino a Sanremo con soste a Milano e Torino. Ci sono stati anche alcuni problemi proprio nel giorno prima di pasqua a Sibiu sulla Fiat 520 dove è stato necessario un intervento complicato per proseguire il percorso. Dalla squadra tecnica fanno parte anche Alexoiu Viorel, Savu Ion, Svircolescu George e Ursache Mircea (tecnico immagine).

Il pilota romeno Gabriel Balan a Sanremo non è alla prima partecipazione a un Rally d’epoca, ha già partecipato nel 2016 al Rally di Montecarlo con una Ford V8 del 1935 e alla corsa automobilistica Londra – Brighton con una Oldsmobile del 1904.

Con l’occasione del Rally di quest’anno il Comune di Sanremo e gli organizzatori della manifestazione diretta dal Dott Sergio Maiga hanno deciso di dedicare una targa in memoria del primo vincitore del Rally di Sanremo, Ernest Urdareanu.

Ernest Urdareanu è nato in Romania in una famiglia di militari nel 1897 ed è morto nel 1985 in Portogallo dove ha vissuto una buona parte della sua vita. Il pilota romeno ha vinto le prime due edizioni del Rally di Sanremo, all’età di 31 e 32 anni. E’ diventato poi il responsabile del parco macchine del Re Carlo II di Romania e successivamente capo di gabinetto e Ministro. Nel 1940 il pilota lascia la Romania insieme al Re Carlo II e la futura moglie del Sovrano romeno. Vanno a vivere tutti insieme per un periodo in Portogallo, si trasferiscono di seguito a Cuba Messico e Brasile. In Messico Urdareanu si sposa all’età di 51 anni con una donna molto giovane. Dopo alcuni anni rientra insieme al Re Carlo II in Portogallo dove resterà sino all’età di 88 anni senza tornare più in Romania.

Oggi alle 12.10 la Fiat 520 con a bordo il team romeno Balan – Racu è salita sul podio di partenza di Sanremo ed è partita nella sua storica avventura automobilistica per ricordare Ernest Urdareanu e fare onore ai romeni e alla Romania.

Marian Mocanu

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore