/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali Riscaldamento ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

In area vista mare, fornita di tutti i servizi necessari ad una vita sociale; due livelli fuori terra ed un piano...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 19 maggio 2017, 17:02

Slow Fish: Regione Liguria, ok a 3 gruppi di azione costiera per la Liguria

Assessore Mai: “11 milioni di euro per la nostra pesca, il doppio rispetto alla passata programmazione. Avviate sinergie con Sardegna, Veneto e Toscana per strategie di sviluppo locale sul fondo europeo per la pesca”.

“La Liguria avrà tre Gruppi di azione costiera, due in più rispetto alla passata programmazione europea, per lo sviluppo di partenariati pubblico-privati per lo sviluppo del settore ittico. È un risultato importante, frutto di un lungo lavoro che porta maggiori risorse e maggiori possibilità di sviluppo a tutti i territori costieri della Liguria”.

Lo ha dichiarato l’assessore regionale alla Pesca Stefano Mai al termine dell’incontro, organizzato dalla Regione Liguria questa mattina nell’ambito di Slow Fish 2017, a Palazzo San Giorgio sui Flag (Fisheries Local Action Groups), Gruppi di azione locale Gac (Costieri) e sulle strategie di sviluppo locale del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca-Feamp 2014-2020.

“La strategia di sviluppo locale – spiega l’assessore regionale alla Pesca Stefano Mai – è finalizzata a incentivare Comuni, associazioni della pesca e imprese che fanno parte di uno stesso territorio a fare squadra, individuando ambiti di sviluppo comuni per la valorizzazione della filiera della pesca, creare nuovi posti di lavoro anche per i giovani, migliorare la fruibilità del patrimonio ambientale nelle zone di pesca e acquacoltura e rafforzare le comunità di pescatori”.

In Liguria i 3 Gac rappresentano 3 territori costieri, che comprendono tutte le province: uno nel Levante (province di Genova e La Spezia) con un budget da 1,5 milioni di euro, uno nel savonese con 1,2 milioni di euro e uno a Imperia ‘Mare delle Alpi’ con 1,1 milioni di euro. “Un grande risultato – ha commentato l’assessore Mai - per la Liguria che ricordiamo ha ottenuto il doppio rispetto alla vecchia programmazione europea: circa 11 milioni di euro contro i 5,5 della periodo 2007-2013. Inoltre, nella riunione di oggi i tre Gac liguri si sono confrontati con quelli di Sardegna Veneto e Toscana per definire progetti di cooperazione che possano andare a rafforzare le nostre strategie, attraverso un lavoro sinergico tra territori”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore