/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | mercoledì 20 maggio 2015, 20:02

Nasce l'Unione Villaregia: firmato l'atto costitutivo dai comuni di Riva Ligure, Castellaro e Terzorio

“Ci piace ricordare la figura del nostro collega – affermano i tre amministratori – che tanto ha lavorato insieme a noi per la stesura di questo statuto e per arrivare alla firma di questo atto costitutivo. Ancora pochi mesi prima della sua scomparsa ha partecipato in modo costruttivo alla realizzazione di questo progetto comune.”

Giuseppe Galatà, Giorgio Giuffra e Luciano Cane

Giuseppe Galatà, Giorgio Giuffra e Luciano Cane

Con la firma dell'atto costitutivo da parte dei tre Sindaci in carica, è nata l'Unione Villaregia, composta dai Comuni di Riva Ligure, Castellaro, e Terzorio che questo pomeriggio hanno siglato lo statuto di fronte ai rispettivi consiglieri comunali, riuniti per l'occasione nella Sala Consiliare del Comune di Riva Ligure. 

L'Unione Villaregia è un soggetto che si prefigge di promuovere e contribuire allo sviluppo socio – economico del proprio territorio, di favorirne la qualità della vita della propria popolazione per rispondere alle esigenze di quest'ultima, con il grande obiettivo di valorizzare il paesaggio, il patrimonio ambientale, linguistico, storico, artistico e cultura, nell'ottica di uno sviluppo condiviso del turismo sostenibile. 

In termini pratici, saranno trasferite all'Unione tutte le funzioni previste dalla normativa vigente e i relativi servizi di supporto secondo un cronoprogramma stabilito da un accordo tra i comuni appartenenti ad essa.

“Un passo fondamentale per le tre comunità coinvolte – ha commentato il Sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra – che si uniscono per aumentare il benessere dei propri cittadini e per cercare di risolvere i problemi che ogni giorno attanagliano sia loro che le pubbliche amministrazioni.” 

Intervista a Giorgio Giuffra

A cui si aggiunge il commento del Sindaco di Castellaro Giuseppe Galatà: “Non si tratta di un punto di arrivo, bensì un punto di partenza, è stato obiettivamente difficile, ma ce l'abbiamo fatta. Adesso ci rimbocchiamo le maniche e cerchiamo di lavorare per perseguire quello che il nostro statuto si prefigge e che ogni amministratore deve cercare di perseguire ovvero un'efficacia ed efficienza per il bene comune.” 

Intervista a Giuseppe Galatà

Ai grandi obiettivi comuni che l'Unione si prefigge, tra i motivi della firma di questo statuto sicuramente la necessità di ridurre i costi legati alla pubblica amministrazione che non facilitano il lavoro dei singoli comuni: “Ci aspettiamo sicuramente di ridurre i costi che sono troppo elevati per le tasche delle nostre amministrazioni e ai quali facciamo fatica a stare dietro con il personale che abbiamo a disposizione – ha commentato Luciano Cane, Sindaco di Terzorio – con l'unione speriamo soprattutto di riuscire a far fronte a questo, altrimenti non si riuscirebbe più ad andare avanti.”

Intervista a Luciano Cane

Gli organi dell’Unione saranno il Consiglio, la Giunta e il Presidente e saranno formati, senza nuovi o maggiori oneri, da amministratori in carica dei Comuni associati. Dureranno in carica secondo le disposizioni previste dal T.U. 267/00 ad eccezione del Presidente che resterà in carica tre anni salvo dimissioni, decadenza o cessazione dalla carica di Sindaco.

Il Consiglio dell’Unione sarà costituito dai Sindaci e da 8 consiglieri comunali: 4 consiglieri spetteranno a Riva Ligure e 2 ciascuno a Castellaro e Terzorio. 

I consiglieri saranno nominati con voto limitato in rappresentanza delle rispettive maggioranze e minoranze consiliari, in modo che uno dei componenti eletti da ciascun Comune rappresenti la minoranza consiliare ed i restanti la maggioranza consiliare. Potrà essere eletto Presidente dell’Unione esclusivamente chi ricopre la carica di Sindaco di uno dei Comuni dell’Unione, mentre la Giunta sarà composta dai tre Sindaci. 

Il primo Presidente rimarrà in carica sino al 30 giugno 2019, al fine di garantire continuità nelle procedure di costituzione e di avvio dell’azione amministrativa dell’Unione. In tempi successivi, potranno aderire all'Unione Villaregia tutti i Comuni limitrofi ad almeno uno dei Comuni che già ne sono parte. A tal proposito, sono già stati individuati i criteri per determinare la rappresentanza: eventuali Comuni con più di 2500 abitanti avranno diritto a 5 membri, quelli con un numero di abitanti da 1501 a 2500 a 4 e quelli con meno di 1500 a 3.

"La firma dell'atto costitutivo - affermano Giorgio Giuffra, Giuseppe Galatà e Luciano Cane - conclude un lungo lavoro di preparazione che ci ha visto lavorare fianco a fianco per diversi mesi e rappresenta, senza dubbio, una svolta epocale per le nostre tre Comunità. Siamo convinti - proseguono - che l'istituto dell'unione possa favorire economie di scala sull’attuazione di politiche volte a garantire efficacia, efficienza, trasparenza, razionalizzazione e semplificazione delle attività amministrative. Ora più che mai - concludono - è fondamentale una cooperazione seria e continuativa, perché da soli non si va da nessuna parte: dobbiamo fare squadra, soprattutto per risolvere i tanti problemi che quotidianamente affliggono i nostri concittadini e per valorizzare, tutelare e promuovere al meglio il nostro magnifico territorio."

In origine l'Unione Villaregia avrebbe dovuto riguardare anche i comuni di Santo Stefano e Pompeiana; se con il primo non si è trovato ancora un accordo, il secondo ha preferito tirarsi momentaneamente indietro a seguito del grave lutto da cui è stato colpito con la prematura morte del Sindaco Rinaldo Boeri che tanto si era speso a favore della buona riuscita del progetto. 

“Ci piace ricordare la figura del nostro collega – affermano i tre amministratori – che tanto ha lavorato insieme a noi per la stesura di questo statuto e per arrivare alla firma di questo atto costitutivo. Ancora pochi mesi prima della sua scomparsa ha partecipato in modo costruttivo alla realizzazione di questo progetto comune.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore