/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 20 maggio 2013, 15:33

Bordighera: sopralluogo alla stazione. Chiesti impegni a Rfi per manutenzione e abbattimento delle barriere architettoniche

Una delle soluzioni ipotizzate, già avanzata in passato ma poi bocciata per motivi di sicurezza, è quella della realizzazione di una piccola rampa tra il secondo binario e la passeggiata mare.

Si è svolto questa mattina un sopralluogo alla stazione ferroviaria di Bordighera cui hanno preso parte l’assessore regionale ai trasporti Enrico Vesco, il consigliere regionale Sergio Scibilia, la senatrice Donatella Albano ed i tecnici di Rfi. Un’iniziativa nata proprio da un’interpellanza di Scibilia che aveva evidenziato le carenze di sicurezza e di decoro della struttura, dove sono presenti anche grandi problemi per quel che riguarda le barriere architettoniche.

Durante il sopralluogo è stato quindi possibile prendere visione dei muri scrostati, dello stato della pensilina e del sottopassaggio dove sono stati anche visti alcuni cavi scoperti, forse però non in tensione.

“La stazione di Bordighera conta un numero di turisti maggiore rispetto a quelle di Sanremo e Ventimiglia – ha detto Sergio Scibilia – E’ quindi assolutamente necessario un decoro ed una sicurezza adeguati alla struttura. Abbiamo potuto vedere di persona situazioni che non sono sostenibili. Un problema di grande importanza è poi quello delle barriere architettoniche, con le persone con difficoltà motorie impossibilitate a raggiungere autonomamente il secondo binario”.

Presente al sopralluogo anche il segretario provinciale del Pd Pietro Mannoni e la senatrice Donatella Albano, che ha predisposto un’interrogazione al ministero ai trasporti sulle condizioni della stazione bordigotta. “E’ abbandonata a se stessa – ha commentato la parlamentare – Io stessa, quando utilizzo il treno per recarmi a Roma, vedo che ci siano problemi di sicurezza al mattino presto. Situazioni che a giovani donne o ad anziani possono creare apprensione e disagio. E’ poi necessario trovare una soluzione per abbattere le barriere architettoniche che ostacolano la fruibilità di disabili o di anziani impossibilitati a portare le valigie”.

Una delle soluzioni ipotizzate, già avanzata in passato ma poi bocciata per motivi di sicurezza, è quella della realizzazione di una piccola rampa tra il secondo binario e la passeggiata mare. Si tratterebbe di un intervento dai costi contenuti, che permetterebbe di raggiungere facilmente il secondo binario, senza dover progettare elevatori meccanici dal sottopasso.

“Non vedo quale problema di sicurezza possa esserci – ha detto l’assessore Enrico Vesco – anche perché soluzioni simili sono già state adottate da altre stazioni in Liguria. Basterebbe solo un po’ di buon senso. Chiediamo poi che ci sia un controllo sulla pulizia e sulla manutenzione della struttura”.

Rfi, che approfondirà questa soluzione della rampa di accesso esterno, ha intanto preso impegni precisi per quel che riguarda la ritinteggiatura della sala d’aspetto e del sottopasso,che dovrebbe avvenire entro luglio, e per gli interventi necessari sulla pensilina che dovrebbero scattare subito dopo l’estate.

Al sopralluogo hanno partecipato anche alcuni candidati di Bordighera e della vicina Vallecrosia.

Federico Marchi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore