/ Imperia Golfo Dianese

Che tempo fa

Cerca nel web

Imperia Golfo Dianese | 19 settembre 2010, 19:07

Pareggio dell'Imperia sul campo della Carcarese. Ma sul risultato pesa la riserva scritta dei biancorossi

I neroazzurri neopromossi sul campo avrebbero meritato l'intera posta. Secondo il comunicato (foto) Monti non poteva giocare, era squalificato. Alla Federazione l'ultima parola. Iannolo e Giovinazzo i migliori in campo.

Pareggio dell'Imperia sul campo della Carcarese. Ma sul risultato pesa la riserva scritta dei biancorossi

E’ finita 0-0 tra Imperia e Carcarese oggi pomeriggio al “Corrent” di Carcare gara di apertura del campionato di Promozione tra quelle che sono considerate le due squadre favorite per il salto di categoria. Sul risultato finale, però, pesa la riserva scritta della dirigenza della Carcarese. L’Imperia, infatti, a quanto pare, ha fatto giocare il difensore Ivan Monti che nell’ultima gara dei play - off della scorsa stagione, (quando militava nella Veloce nel match contro la Pro Imperia), ha  rimediato una squalifica che avrebbe dovuto scontare oggi.

E pensare che l’Imperia ai punti avrebbe meritato l’intera posta che non è arrivata solo per le strepitose parate del portiere biancorosso Giovinazzo che si è opposto a più riprese ai tentativi di capitan Roberto Iannolo, migliore in campo, con il numero uno carcarese. Prova di maturità anche per le due tifoserie che a parte il tentativo (becero) di un tifoso imperiese (per la verità subito isolato dai suoi) di strappare uno striscione che ricordava i due giovani carcaresi da poco scomparsi, Giacomo “Jack” Comparato e Riccardo Magnanini, hanno onorato con le loro coreografie una partita tutto sommato bella.

Nutrita la cronaca in campo le due squadre nelle tradizionali maglie biancorosse e neroazzurre le più belle (per chi scrive e non è interista) che possono esistere. Già al 4’ Iannolo illumina per Monti ma la sfera finisce alta sulla traversa. Un minuto dopo uscita a valanga con ottima scelta di tempo di Tranchida sui piedi del lanciato Procopio. La gara stenta a decollare e le due squadre si affrontano a muso duro e al 28’ Andorno e Giovinazzo si scontrano in area. Al 32’ sugli sviluppi del primo corner della partita Bonforte mette alto di testa. Al 38’ Andorno non si rende conto di essere solo nell’area biancorossa e spreca di testa. Al 40’ si fa viva la Carcarese con una punizione tagliata di Cattardico sulla quale Bonforte arriva in ritardo. Sul finire del primo tempo Procopio si libera bene al limite dell’area ma spara alla stelle.

Nella ripresa subito pericoloso l’eterno Roberto Iannolo con una punizione respinta da Giovinazzo. Ma è 3 minuti dopo che Iannolo lascia partire una calibratissima punizione dal limite sulla quale Giovinazzo si deve superare. Al 10’ Iannolo è sempre protagonista ma la sua prodezza da posizione impossibile trova ancora sulla sua strada lo strepitoso portiere valbormidese. Al 13’ ancora Cattardico ci prova con una punizione tagliata. Ma in campo c’è solo una squadra e ha la maglia  neroazzurra: Giovinazzo deve uscire sui piedi di Andorno lanciato a rete. Ma non è finita proprio allo scadere Allaria trova sulla sua strada ancora un super Giovinazzo.

Spogliatoi.

Era la partita degli ex, tantissimi in casa biancorossa a cominciare dal tecnico Flavio Ferraro subentrato a inizio settimana a Pansera il cui secondo è Massimo Peluffo ex gloria neroazzurra. Ultimo arrivato, a parte i giocatori Sardo e Cattardico, a ingrossare le fila degli ex neroazzurri in casa Carcarese è stato l’ex numero uno di piazza d’Armi dell’epoca Piro Fabrizio Vincenzi.  Ferraro che a fine partita si è incontrato con una delegazione degli “Ultras Samurai” sulla partita ha detto:“Nel secondo tempo è venuta fuori la loro migliore amalgama, nel primo abbiamo creato qualche problema in più ai nostri avversari. Ai punti avrebbe senz’altro vinto l’Imperia anche perché è una bella squadra e fortunatamente non la incontreremo tutte le domeniche”. Ora Ferraro attende l’arrivo dell’attaccante croato ex Lavagnese Draca. “Ma c’è bisogno –ha concluso Ferraro – di altri innesti in organico che arriveranno”.

Sergio Soncin tecnico dell'Imperia dal canto suo non ha voluto sentir parlare di “tutto facile” per l’Imperia. Ha detto Soncin:“Avevamo davanti una signora squadra. E’ ovvio che in quattro giorni Ferraro non ha certo potuto dare la sua impronta alla squadra, lo capisco benissimo. Peccato perché con un po’ più di attenzione sotto porta avremmo potuto chiuderla prima”.

Poi la doccia fredda della presunta squalifica di Monti destinata a diventare un caso. Alla disciplinare spetterà l’ultima parola.

Formazioni:

Carcarese. Giovinazzo, Bottinelli, Scannapieco, Sardo, Bonforte (22' st Ninivaggi), Ognjanovic, Fanelli, Piccardi, Caputo (1’ st Bottino), Procopio. A disp. Camilleri, Pesce, Di Noto, Goso, Molinar. All. Ferraro.

Imperia: Tranchida, Imbesi, Rizza, Ciaramitaro (34’st Allaria), Monti, Fiani, Gagliano (34’st Aloi), Carioti, Andorno, Iannolo, Celea. A dispos. Piccardo, Rosso, Schiavon, Raguseo, Cuneo. All. Soncin    

Arbitio: Sonetti di Genova

Assistenti: Bozzone e Macrì Speranza (Genova)

dal nostro inviato Diego David

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium