/ Politica

Politica | 30 agosto 2010, 20:11

Mafiosissima 2010: Gazzano (Pdl) replica agli organizzatori "Manifestazione inutile come l'anno scorso"

Ma poi tende una mano "La mafia non ha colore politico organizziamo un dibattito veramente aperto a tutti".

Il coordinatore cittadino del Pdl Alessandro Gazzano

Il coordinatore cittadino del Pdl Alessandro Gazzano

E’ scontro politico a Imperia dopo “Mafiosissima 2010” la kermesse contro tutte le mafie organizzata dagli aderenti alle diverse sigle dell’arcipelago della sinistra giovanile a Imperia sabato pomeriggio sulla spiaggia della Galeazza a Oneglia. Alessandro Gazzano, coordinatore cittadino del Pdl non usa mezzi termini per stigmatizzare l’esito della manifestazione:”Una prova di forza inutile come del resto lo era stata l’anno scorso Abusivissima quando era stato contestato un abuso che poi non si è rivelato tale. Non abbiamo partecipato perché non siamo stati invitati. Evidentemente il dibattito doveva svolgersi a senso unico. Gli organizzatori sottolineano il successo di pubblico ma è normale che in un fine settimana di agosto col sole sulla spiaggia ci sia tanta gente”. Il sindaco Paolo Strescino si è anche arrabbiato moltissimo perché il suo sosia, Alessandro Lanteri, segretario provinciale dei giovani del Pd, nella sua performance di imitazione del primo cittadino ha indossato la fascia tricolore. Sul punto Gazzano afferma:”Un gesto che consideriamo irrispettoso nei confronti delle istituzioni”. Intanto i giovani antimafia imperiesi si coccolano il successo della manifestazione e rimandano al mittente le accuse per il presunto uso improprio della fascia tricolore:”La polemica sull’utilizzo della fascia tricolore nell’imitazione del sindaco è grottesca. E’ solo il pretesto per distogliere l’attenzione dai reali contenuti di Mafiossisima 2010. Abbiamo parlato di mafia, anche usando l’ironia, sempre però con la consapevolezza della serietà degli argomenti trattati. Si è puntato il dito contro i gravissimi fatti avvenuti negli ultimi tempi sul nostro territorio, che non hanno nulla da invidiare alla mafia del Sud”.  “Ci piacerebbe - concludono -  che il messaggio lanciato con Mafiosissima venisse raccolto da tutti, società civile e istituzioni, anziché essere sottovalutato come la criminalità organizzata vorrebbe. Ci auguriamo terminano -  che le autorità competenti inizino una vera e propria lotta alla mafia e che la cittadinanza possa responsabilizzarsi rifiutando sul nascere ogni atteggiamento mafioso”. Alessandro Gazzano replica tendendo anche una mano:”A Imperia la mafia che loro intendono non c’è. Comunque facciamolo pure un dibattito serio ma nel chiuso di una sala. Il Pdl di Imperia è sempre disponibile a confrontarsi su questi temi. La lotta alla mafia non ha colore politico”.  

Diego David

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium