/ Economia

Economia | 03 febbraio 2023, 07:00

Assicurazione auto con scatola nera: tutte le informazioni

Si va diffondendo sempre di più l’utilizzo della scatola nera

Assicurazione auto con scatola nera: tutte le informazioni

Si va diffondendo sempre di più l’utilizzo della scatola nera, un dispositivo la cui installazione è foriera di molteplici vantaggi. Tali sistemi sono in abbinamento alla polizza assicurativa rc auto e, molto spesso, consentono di beneficiare di un risparmio significativo sul premio assicurativo. Non sono certo pochi i benefici che scaturiscono dall’impiego delle scatole nere: la telemetria e il soccorso stradale, giusto per citarne due fra i tanti. Stiamo parlando, dunque, di una soluzione che permette da un lato di migliorare la sicurezza in strada e dall’altro lato di diminuire i contenziosi.

Una tecnologia all’avanguardia

Facciamo chiarezza: per assicurazione auto con scatola nera si intende una copertura abbinata ad una tecnologia per le auto decisamente innovativa. Non è in ambito automotive, comunque, che è stato introdotto per la prima volta il suo impiego originale, che invece risale al settore aeronautico, dove si è scelto di percorrere questa strada al fine di prevenire gli incidenti aerei. Stiamo parlando di un device elettronico che assicura la connettività satellitare, e in poche parole lo si può definire come un apparecchio di sicurezza destinato a essere installato nel veicolo. Conosciuta anche con il nome di black box, la scatola nera offre la possibilità di tenere sotto controllo diverse funzionalità del veicolo, fra cui diversi parametri tecnici e lo storico della velocità.

Gli aspetti positivi della scatola nera

Uno dei punti di forza delle black box va individuato senza dubbio nella sua composizione, e in particolare nel rivestimento esterno molto resistente: si tratta di una copertura che fa sì che il dispositivo possa essere recuperato anche nel caso in cui si dovesse verificare un incidente. La scatola nera accoglie un sistema di geolocalizzazione, vale a dire una tecnologia il cui funzionamento si basa sulla rilevazione GPS con i satelliti, grazie a cui è possibile sapere in qualunque momento dove si trova il veicolo con la massima precisione. Sono disponibili vari sensori grazie a cui è possibile avere molte informazioni preziose a proposito delle condizioni di guida.

I servizi correlati alla scatola nera

Nella maggior parte dei casi la scatola nera viene collocata all’interno dello scompartimento del motore, e tale installazione permette di beneficiare di diversi servizi interessanti. Come si è accennato, grazie a tale dispositivo si ha la possibilità di tracciare in qualunque momento la posizione del veicolo, così che sia possibile sapere sempre qual è la sua ubicazione. Inoltre, cresce la sicurezza non solo in caso di incidente, ma anche se il conducente dovesse avere un malore o se il veicolo dovesse patire un guasto. Per esempio, ci sono macchine di ultima generazione che mettono a disposizione dei sistemi per le chiamate di emergenza. Nel caso in cui essi vengano integrati da una scatola nera, vengono garantiti degli standard di sicurezza molto alti. Le scatole nere, per di più, consentono di accedere a informazioni preziose per la telemetria, ed è questa la ragione per la quale tali apparecchi sono utilizzati spesso nel mondo delle competizioni motoristiche, come nel caso della Formula 1.

Quali dati vengono registrati

Sono numerosi i dati che vengono registrati nel corso della circolazione su strada: per esempio le attivazioni dei sistemi di sicurezza, i tempi delle soste e la localizzazione geografica. Non solo: è possibile registrare anche la velocità, le accelerazioni, le frenate, i chilometri che vengono percorsi, l’utilizzo del cambio, le marce e l’uso dei dispositivi di ritenuta. Nel caso in cui si verifichi un incidente, la black box mette a disposizione delle prove che sono di notevole importanza ai fini di una ricostruzione precisa delle dinamiche dell’incidente, per esempio segnalando se chi stava alla guida stava procedendo a velocità sostenuta o da quanto tempo il conducente era al volante. È possibile, inoltre, usufruire di una precisa rilevazione dell’urto, in virtù di sensori – fra cui gli accelerometri – che sono in grado di calcolare l’entità dell’impatto.

Le compagnie assicurative e la scatola nera

Le principali Compagnie assicurative al giorno d’oggi offrono la possibilità di sottoscrivere una polizza con scatola nera. Stiamo parlando di una copertura grazie a cui è possibile usufruire di un apparecchio che abbina un sistema vivavoce e assistenza satellitare, con in più un tasto di emergenza. Tutto ciò contribuisce ad accrescere la sicurezza stradale.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium