/ Cronaca

Cronaca | 04 luglio 2022, 15:41

Sanremo, la denuncia di un muratore turco: “Un mio connazionale ha tentato di uccidermi a coltellate”

Secondo il suo racconto è stato aggredito mentre dormiva in un furgone parcheggiato in via Galilei. Indaga la polizia

L'avvocato Ekan Eller difende l'uomo aggredito

L'avvocato Ekan Eller difende l'uomo aggredito

Un operaio turco di 40 anni accusa un suo connazionale di aver tentato di ucciderlo a coltellate. L’uomo, H.S. si è presentato in questura accompagnato dal suo legale di fiducia Hakan Eller per sporgere denuncia.

I fatti sarebbero avvenuti a Sanremo il 30 giugno scorso, quando, secondo il suo racconto, il muratore è stato aggredito all’interno del furgone nel quale era finito a dormire.

I due si conoscevano da tempo: l’aggredito aveva ospitato il presunto aggressore in casa propria prima di dover tornare in Turchia a seguito di un infortunio. Ma quando l’uomo ha fatto ritorno a Sanremo si è trovato la serratura della porta cambiata tanto da finire a dormire su un furgone parcheggiato nella città dei fiori in via Galilei dove, però è stato raggiunto dal connazionale che lo ha colpito presumibilmente con un taglierino che gli hanno procurato ferite in diverse parti del corpo che i medici del Pronto soccorso hanno giudicato  in guaribili in 25 giorni.     

L’uomo, infatti, è riuscito a divincolarsi e a fuggire rifugiandosi in un bar vicino alla alla galleria Francia chiedendo aiuto, dove, pochi minuti dopo sono arrivati carabinieri, polizia e una ambulanza che lo ha accompagnato al pronto soccorso.   

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium