/ Ventimiglia Vallecrosia...

Ventimiglia Vallecrosia Bordighera | 08 giugno 2022, 22:09

Ventimiglia: il centro migranti al Campo Roja non s'ha da fare, la maggioranza respinge la proposta

Bocciata la mozione presentata dalle opposizioni. L'unica soluzione percorribile sembra quella della Mortola

La visita del sindaco e prefetto al Parco Roja

La visita del sindaco e prefetto al Parco Roja

Il consiglio comunale di Ventimiglia convocato per questa sera ha visto la bocciatura della mozione urgente in merito all'ipotesi di un nuovo centro migranti provvisorio al Parco Roja.
Un lungo e acceso confronto in assise conclusasi con il 'no' da parte della maggioranza che non mancherà di scatenare reazioni nelle prossime ore.

La discussione è stata aperta dal consigliere Grani: “I punti della mozione sono molto chiari, abbiamo accolto con favore subito la disponibilità del sindaco all'apertura di un centro di transito a breve termine. Riteniamo necessario che il consiglio comunale dimostri il sostegno a questa scelta”.

Le ha fatto eco il consigliere Sismondini: “Siamo sempre qua a parlare delle stesse cose, la gente non ne può più e ha ragione. In centro vediamo scene da Bronx. Avete vinto le elezioni anche dicendo di voler chiudere il campo Roja, molto pericoloso anche per gli automobilisti. Penso che ci possa essere un altro luogo migliore. Il sindaco ha parlato di un campo a Mortola e ho pensato fosse meglio di niente. Una città di frontiera non può appoggiarsi soltanto sulle parrocchie e sulla Caritas. Quando ho letto del Campo Roja su spinta del prefetto, anche in quel caso ho pensato fosse meglio di niente. Dovremmo arginare il problema, mettendo un tetto sulla testa di queste persone. Ora arriva la stagione estiva. Facciamo un appello al buon senso delle persone, serve qualcuno che indichi la strada. Spero che sia il mio ultimo intervento su un possibile campo migranti a Ventimiglia. Un argomento che sta diventando tedioso. Speriamo che sia tutto vero”.

Il consigliere Leuzzi ha continuato ricordando alcuni punti del programma elettorale dell'amministrazione: “Penso che sia un tema importante da affrontare nel più breve tempo possibile. Le persone devono avere un tetto, un pasto e un letto, per evitare che finiscano a delinquere, anche per dare delle risposte ai cittadini. Ho riletto alcuni passi del vostro programma elettorale in cui scrivevate che sareste intervenuti. Penso che il sindaco approverà la nostra mozione, e penso che riuscirà a convincere anche tutta la sua maggioranza”.

Il consigliere del carroccio Calimera ha esposto il suo pensiero anticipando che il partito resta contrario al centro: “Per rispondere alle richieste dell'opposizione devo fare qualche passo indietro. Abbiamo un problema impellente che tastiamo con mano ogni giorno. Quello che ha detto il consigliere Sismondini corrisponde a verità, ma ha incentrato il suo discorso sul lato umanitario e tutti vogliamo la soluzione del problema. Un problema ostico. Dal 2010 osserviamo questo flusso sempre più complicato da gestire. Arrivano troppe persone sul suolo italiano, e i controlli vanno fatti a monte e non a Ventimiglia, è un problema di ricaduta sul punti di ingresso. Siamo tutti d'accordo sul pasto caldo, sulla doccia, sul cibo ma poi tutti questi ingressi che fine fanno? Non riusciamo neanche ad asservire i cittadini italiani, non voglio fare della retorica. Bisogna spingere sulle autorità centrali per risolvere il problema. La Lega è contraria all'installazione del campo profughi”.

Quindi la replica di D'Eusebio: “Inutile discutere, qui vengono. Prima quando c'era l'ex sindaco Ioculano e voi nel programma avete detto che avreste risolto tutto e non è stato così. Il campo serve a lenire il problema. Un campo prima provvisorio, poi quando troveranno un luogo che sia Mortola o meno, serve. Vivendo in strada si incattiviscono, bevono, se invece sono regolamentati in un centro, forse, non vagano come spettri in giro a Ventimiglia. Non vengono per stare in Italia, vogliono andare in Francia. Con questo problema andremo avanti per altri decenni, il riscaldamento globale aumenterà. Votate pure contro ma non state trovando una soluzione”.

Palmero ha sottolineato lo studio riguardante il piano di bacino: “Mi dispiace percepire che il più grande problema del millennio, viene fatto passare come un problema semplice che richiede una sola soluzione. Si può parlare de centro di accoglienza, delle varie forme che può assumere ma non credo che in questa sala ci sia un pulsante da schiacciare magicamente e risolvere il problema. Si è parlato dell'area del Campo Roja, senza mai arrivare ad una soluzione, luogo che ha ospitato per qualche anno il Campo Roja  appunto. Qualche mese fa è stato approvato il piano di bacino, il Parco Roja attualmente rientra nella zona A, o rossa. Siamo tutti d'accordo sulla questione umanitaria, ma questo mi sembra un limite molto grosso a livello amministrativo. La maggioranza sta affrontando la tematica con tutte le sensibilità che ci sono. Avevamo pensato alla zona del Rio Sorba, dipende anche dalla modalità del centro, non per forza da 750 posti. Mi chiedo se avete proposte anche per nuove aree”.

È poi intervenuto il nuovo consigliere De Villa: “Un tema delicato che coinvolge la città. I consiglieri sono consapevoli. Il sindaco si è rivolto periodicamente all prefettura. Come gruppo 'Cambiamo' voteremo contrari alla mozione della minoranza. Crediamo che un centro provvisorio non sia necessario ma una soluzione va presa velocemente. Il sindaco ha stabilito che ci sarà un tavolo tecnico in cui valuteremo tutte le soluzioni possibili. Ringrazio tutte le associazioni che si stanno attivando, l'amministrazione si adopererà subito”.

Il sindaco Scullino si è poi rivolto all'aula: “Ne ho avuto abbastanza con la Coop, quanto la mia maggioranza vi ha tolto le castagne dal fuoco da un pratica pessima presentata malissimo. Subito dopo presentata una mozione di sfiducia che poi è abortita ma ho molto apprezzato la velocità, e non la dimentico. Siete pronti a sostenere in modo fittizio. Qualcuno ha ricordato la nostra campagna elettorale dove avevamo capito “Questo non è un albergo”. C'erano persone che vivevano in quel campo in modo abbastanza precario a cui non interessava superare la frontiera, poi è iniziata la pandemia. Siamo stati chiusi in casa, fino ad arrivare all'11 ottobre del 2021, quando è arrivato il il responsabile del Ministero dell'Interno Michele di Bari. Avevamo stabilito che a Ventimiglia sarebbero arrivati in fondi di un campo di identificazione, con idonea collocazione. Ventimiglia è città di frontiera. C'è gioia e dolore. Ad ottobre 2021, quando è arrivato il capo dipartimento che mi ha assicurato i finanziamenti, abbiamo fatto una riunione di maggioranza in cui eravamo tutti moderatamente d'accordo. Avevamo individuato un terreno in zona Rio Sorba, abbiamo visto che sarebbe una collocazione giusta. Abbiamo visitato con il prefetto e fatto studio di fattibilità con una cifra assicurata dall'allora responsabile di dipartimento. Abbiamo chiesto i trasporti, un mezzo che dalla stazione li avrebbe condotti direttamente in questo centro. Purtroppo abbiamo perso nove mesi, ho incontrato il nuovo responsabile del dipartimento, ha detto che avrebbe visto la pratica, ho chiesto i finanziamenti per la progettazione. Nessuno ha detto che siamo d'accordo per la cosa provvisoria. Naturalmente il prefetto è il prefetto, è voluto venire a rendersi conto di vedere quelle che sono le possibilità, io ho fatto le mie dichiarazioni. Gli ho fato vedere anche quello che ho fatto io, quando abbiamo gestito 45mila tunisini durante la primavera araba. Ho ribadito che il problema c'è e aumenterà, e sono arrivati 50 uomini in più che hanno portato all'identificazione di 17 indesiderati. La maggioranza riconosce il problema. Questa mozione ha due scopi, che non è solo quello di valutare il lato umanitario ma anche capire se la maggioranza è coesa. E lo è. Ve lo posso assicurare”.

Ha risposto al primo cittadino il consigliere Ioculano: “Sindaco, prima o poi una decisione la dovrà prendere. Un sì o un no, lo dovrà dire. Oltre alle banalità che ho sentito stasera nel dire che c'è un problema. Alcune cose che ho sentito o sono lapalissiane o sono false. Falso pensare di poter andare avanti in questo senso. Conosciamo le sensibilità che ci sono nella maggioranza ma anche la sua figura di capo della città che si deve interfacciare con chi rappresenta il governo. Strano leggere che lei ha fatto dei sopralluoghi al parco Roja quando il campo è da dicembre in fascia A. Siete andati al Rio Sorba, ma la situazione non è diversa. Ci sono milioni di euro di lavori e anni da attendere. O si pensa a una struttura che possa essere duttile o si fa uno sforzo per niente. Ci dite che siete coscienti del problema ma non fate niente. Mi permetto di dirle di pensare alla città e a queste persone nel più breve tempo possibile. Domani il prefetto saprà che a Ventimiglia non c'è volontà di fare un centro di transito”.

Poi l'intervento del consigliere De Leo, sfociato in un vero e proprio battibecco con il primo cittadino: “Il prefetto, nel momento in cui verrà a conoscenza della discussione assumerà un atteggiamento di delusione. A partire delle giravolte che ha fatto il sindaco, che cercava di mettere insieme argomenti che insieme non ci stanno. Lei deve fare uno sforzo, quando si verificano delle emergenze, un'amministrazione si fa carico dei problemi, avrebbe dovuto decidere con la sua maggioranza con i suoi uffici come intervenire. Lei questa sera avrebbe dovuto prendersi delle responsabilità”.

Il consiglio comunale si era aperto con una parentesi di sport. L'amministrazione comunale ha consegnato le targhe celebrando gli atleti vincitori del campionato del mondo di petanque svoltosi in Danimarca. Atleti tutti appartenenti al gruppo sportivo petanque di Ventimiglia. Omaggi anche a coloro che si sono distinti singolarmente nelle discipline individuali. Grande emozione e applausi hanno salutato i vincitori.

Il consiglio comunale è poi proseguito con la nomina di Matteo De Villa come nuovo consigliere e con la surroga di Cristina D'Andrea nominata assessore. Discorso d'obbligo per il nuovo consigliere che ha dichiarato la propria appartenenza al gruppo politico "Cambiamo" con capogruppo Francesco Mauro. 

Il primo punto all'ordine del giorno ha riguardato i 5 milioni di finanziamento per la rigenerazione del mercato comunale, una mozione della minoranza ha chiesto un consulto per capire la posizione dell'amministrazione in merito.

Il consigliere D'Eusebio ha preso la parola illustrando il discorso: “Il mercato coperto è un edificio centralissimo e questa rigenerazione è molto importante, secondo noi deve essere condivisa con l'opposizione, fino ad ora non sia sa nulla, non c'è un progetto definitivo. Vorremmo sapere qualcosa in più”.

Poi è intervenuto il consigliere Sismondini: “Ribadisco, mercato coperto, cuore pulsante delle nostre attività. Struttura storica che è l'emblema della nostra città, ma la facciata non deve essere intaccata. Bene la riqualificazione ma auspico che la struttura venga intaccata il meno possibile”.

Ha poi preso la parola l'assessore Panetta: “Vorrei fugare i dubbi. Giusto che voi diciate di non conoscere le linee guida e a chi verrà affidato il progetto che sarà oggetto di una gara. Quello che è stato fatto a seguito di un bando regionale è stato partecipare alla predisposizione di un bando per stilare una norma relativa a quattro zone specifiche della città. Nel predisporre queste norme è stato chiesto ai tecnici di fornire un'idea di progettuale, per avere cognizione di come potrebbe essere. Un'idea progettuale, che è pubblica, visibile per tutti, dopo aver ascoltato anche le associazioni di categoria e in base a questo è emersa l'esigenza di linee guida. Ci sono diversi investitori per un costo di oltre 16 milioni di euro e all'interno di questo ovviamente abbiamo tenuto conto di tutelare la struttura storica, ma anche dei venditori che sono più di cento. Quindi l'ipotesi di creare una situazione tale per cui i singoli operatori durante i lavori potessero esercitare all'interno del mercato, al piano superiore mentre vengono fatti i lavori al piano terra”.

Diego Lombardi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium