/ Attualità

Attualità | 02 maggio 2022, 11:29

Bordighera guarda al futuro con il Piano pluriennale di Sviluppo Strategico del Turismo, Ingenito: “Diverse linee di intervento, visione di medio e lungo termine” (Foto e Video)

“Prossimo passo sarà un Destination Manager ovvero di colui che si occuperà della promozione e del rilancio turistico del nostro territorio secondo quanto definito nel piano strategico”

Le immagini della presentazione

Le immagini della presentazione

Il Piano pluriennale di Sviluppo Strategico del Turismo della Città di Bordighera, realizzato dal Comune in sinergia con Winedering SRL, è stato caratterizzato da diverse fasi con l'obiettivo di inquadrare il contesto, conoscere gli attori principali del territorio e porre di conseguenza le basi per un'impostazione strategica che non sia esclusivamente rivolta alla comunicazione o a campagne di marketing turistico, ma ad una più profonda analisi che possa permettere di stabilire solide fondamenta in un'ottica di lungo periodo.

Le interviste

Il lavoro si è sviluppato di fatto in più momenti: dopo un primo step conoscitivo attraverso interviste one to one a vari stakeholder territoriali è stata realizzata una fase di workshop e studio dei flussi turistici di Bordighera, che ha consentito di mettere al confronto al meglio le interviste con i risultati delle analisi. Da qui è stata attivata un'azione di proposta di sviluppo strategico, presentata questa mattina all’interno della chiesa Anglicana. Alla presentazione anche i vertici regionali e nazionali della Lega con l'On. Flavio Di Muro e il vice presidente della Regione Liguria Alessandro Piana.

La presentazione del Piano pluriennale di Sviluppo Strategico del Turismo per la Città di Bordighera dimostra la lungimiranza dell'Amministrazione e del Sindaco ed evidenzia l'importanza del settore per favorire lo sviluppo integrato e sostenibile di tutto il territorio - commenta Alessandro Piana, Vice Presidente e Assessore Marketing e Promozione Territoriale Regione Liguria - con 'Agenzia in Liguria’ abbiamo contestualmente attivato i nuovi asset strategici per favorire le attività economiche e produttive, valorizzare il capitale umano e gli investimenti, a partire da quel comparto enogastronomico che resta stabilmente in cima alle preferenze sulle mete di viaggio. Progettualità concreta, narrazione autentica delle identità valoriali e delle tradizioni della Liguria sono i nostri punti di forza, insieme a quella straordinaria biodiversità che da sempre con nota la nostra regione dall'entroterra alla costa”.

La nostra Amministrazione si è posta l’obiettivo di definire una visione comune che guidi lo sviluppo turistico della città - ha aggiunto il sindaco Vittorio Ingenito - la scelta di affidare la predisposizione del Piano Strategico ci ha permesso di confrontarci con tutti gli operatori e gli stakeholder e, a seguire, di identificare le diverse linee di intervento in una visione di medio e lungo termine. Il lavoro svolto fino ad oggi consentirà di porre in essere tutte le azioni secondo una logica condivisa e strutturata da una squadra di esperti professionisti che, in questi mesi, hanno studiato e valutato ogni aspetto del nostro mercato turistico. Il prossimo passo sarà quello di identificare la figura del Destination Manager, ovvero di colui che si occuperà della promozione e del rilancio turistico del nostro territorio secondo quanto definito nel piano strategico. Il mio ringraziamento al Tavolo del Turismo che ha condiviso con convinzione questo percorso, a tutti gli operatori che hanno partecipato ai workshop necessari per stesura del piano e a Winedering per l'entusiasmo con cui da subito ha fatto proprio questo progetto così importante per il futuro di Bordighera”.

Come è noto abbiamo deciso di promuovere la nostra città anche con la partecipazione a fiere del turismo sia nazionali che internazionali e proprio queste esperienze ci hanno fatto comprendere la necessità di un confronto con esperti del settore, per poter investire in modo ancora più mirato le risorse generate dalla tassa di soggiorno - ha dichiarato Mauro Bozzarelli, vice sindaco e assessore al turismo del Comune di Bordighera - un piano di marketing efficace non può infatti prescindere dalla condivisione del piano strategico del turismo. Auspico che la collaborazione con tutti gli operatori del settore possa continuare con la stessa intensità che abbiamo riscontrato fino ad oggi e per cui desidero esprimere la mia riconoscenza”.

Sono convinta che anche l'organizzazione degli eventi e delle manifestazioni abbia necessità di essere coordinata da una figura professionale di riferimento quale il Destination Manager; in questo modo tutto il nostro calendario sarà definito in linea con la nuova visione strategica - ha concluso Melina Rodà, Assessore alle Manifestazioni - un punto fermo, che dovrà guidare le scelte delle Amministrazioni che gestiranno la nostra Città nei prossimi 10 anni”.

Files:
 Piano strategico Bordighera (18.7 MB)

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium