/ Cronaca

Cronaca | 09 dicembre 2021, 13:36

Coronavirus: report Fondazione Gimbe, Imperia con 367 nuovi casi ogni 100mila abitanti. Rischio zona gialla

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana tra il 1° e il 7 dicembre, rispetto alla precedente, un aumento di nuovi casi (105.771 vs 86.412) e decessi (558 vs 498).

Coronavirus: report Fondazione Gimbe, Imperia con 367 nuovi casi ogni 100mila abitanti. Rischio zona gialla

Dopo Piemonte e Umbria, è la Liguria che insieme al Veneto fa registrare il maggior incremento di casi di coronavirus negli ultimi sette giorni.

Lo rileva il report settimanale della fondazione Gimbe, che indica un incremento del contagio del 30,6% in Liguria, e dei posti letto occupati che oggi si attestano al 12% in area medica e all'11% in terapia intensiva. Numeri, quelli comunicati dalla fondazione presieduta da Nino Cartabellotta, che fanno temere il rischio ormai sempre più concreto di un passaggio in zona gialla di diverse regioni, Liguria compresa.

Nella nostra regione, a far registrare il maggiore incremento di casi nell'ultima settimana è la provincia di Imperia, con 367 nuovi casi per 100.000 abitanti, seguita da Savona (244), Genova (182) e Spezia (174). A salire in tutta Italia è anche il trend dei decessi, che dal 3 novembre sono in rialzo, fino alla soglia di 558 toccata nell'ultima settimana. Accelera la campagna vaccinale, in una settimana si registrano 223 mila nuovi vaccinati e oltre 2,6 milioni di richiami. "Grazie ai richiami si riduce la percentuale dei positivi che richiede l'ospedalizzazione" osserva la fondazione. In Liguria, il tasso di copertura vaccinale delle terze dosi è del 46,3%, poco sotto la media nazionale del 46,8%.

Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana tra il 1° e il 7 dicembre, rispetto alla precedente, un aumento di nuovi casi (105.771 vs 86.412) e decessi (558 vs 498). Crescono anche i casi attualmente positivi (240.894 vs 194.270), le persone in isolamento domiciliare (234.040 vs 188.360), i ricoveri con sintomi (6.078 vs 5.227) e le terapie intensive (776 vs 683).

In dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni:
- decessi: 558 (+12%), di cui 17 riferiti a periodi precedenti;
- terapie intensive: +93 (+13,6%);
- ricoverati con sintomi: +851 (+16,3%);
- isolamento domiciliare: +45.680 (+24,3%);
- nuovi casi: 105.771 (+22,4%);
- casi attualmente positivi: +46.624 (+24%)

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium