/ Al Direttore

Al Direttore | 11 febbraio 2021, 08:17

Restrizioni, Covid e Festival: il pensiero di una nostra lettrice torinese che frequenta spesso Sanremo

Restrizioni, Covid e Festival: il pensiero di una nostra lettrice torinese che frequenta spesso Sanremo

Una nostra lettrice di Torino, Gabriella Currado, ci ha scritto per commentare le restrizioni dovute al Covid-19:

“Io sono torinese ma, per ragioni personali, da molti anni frequento la città di Sanremo. Sono scandalizzata dalla palese ingiustizia con cui la politica, sia locale che nazionale, gestisce le restrizioni, creando discriminazioni insopportabili. I sanremesi ora forse entrano in zona ‘rossa’ e non potranno uscire di casa per un certo periodo. Io, venendo dal Piemonte, anche viaggiando da sola in macchina, non sono autorizzata ad entrare in Liguria, mentre i francesi varcano il confine nazionale verso la Liguria, ogni giorno, senza nessun tipo di controllo o di restrizione, benchè i loro livelli di contagio siano più alti di quelli liguri. Inoltre, anche per chi ha la ‘seconda casa’ le restrizioni non esistono. Ne consegue che i cittadini sanremesi, che vivono in una città dove di denaro ne gira molto (anche se magari non entra nelle loro tasche), sono costretti a sopportare assembramenti di tutti i tipi, che mettono gravemente a rischio la loro salute. Per finire, il Festival (pur senza pubblico) quest'anno, in un paese serio doveva essere rimandato”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium