/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2021, 17:38

Olivetta San Michele ancora isolata dopo l’alluvione. Biancheri: “Siamo una zona abbandonata, la ferrovia è linfa vitale”

Fondamentale era il ripristino della linea ferroviaria che ha visto un altro stop a causa di quanto accaduto a Fontàn

Olivetta San Michele

Olivetta San Michele

La situazione in Val Roya non migliora e il maltempo degli ultimi giorni certamente non aiuta. Il Colle di Tenda ancora inagibile continua a provocare ingenti perdite all’economia di comuni come quello di Olivetta San Michele, in questo momento praticamente isolati ormai dai ottobre, quando la tempesta ‘Alex’ si è abbattuta in zona. Si fanno i conti ormai mesi, covid a parte. A Olivetta fondamentale era il ripristino della linea ferroviaria che ha visto un altro stop a causa di quanto accaduto a Fontàn.

La situazione resta comunque allarmante come conferma il sindaco Adriano Biancheri: “Purtroppo per parecchi anni resterà chiusa e ce lo hanno detto, se parliamo anche del traforo del Tenda diventa davvero lunga, sono state create delle piste per arrivare da Tenda alla frontiera italiana. In caso di mal tempo come oggi, però, si verificano problemi anche perché sono piste costruite a lato del fiume. La speranza era riposta nelle ferrovie ma con i problemi riscontrati a Fontàn i tempi si allungano e con essi i costi naturalmente. Forse in estate sarà ripristinato”.

Biancheri pone accento sull’importanza del collegamento ferroviario, fondamentale per Olivetta: “La ferrovia rappresenta per noi una linfa vitale e magari in futuro si avrà un incremento delle corse. Siamo una zona abbandonata in questo momento, dopo Alex, oltre al Covid, per le attività commerciali è stato massacrante, così come per l’intera Val Roya. I tempi purtroppo non sono celeri, speriamo si risolva e capire anche le intenzioni dei francesi sperando investano le stesse energie impiegate fino ad ora”.

Diego Lombardi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium