/ Cronaca

Cronaca | 10 luglio 2020, 12:16

Vallecrosia: progetto 'Spiagge sicure' approvato dal Ministero, scoperto intanto un nascondiglio di griffes fasulle

Gli agenti hanno sequestrato la merce di natura elettronica ma anche occhiali da sole di diverse marche, per un totale di 266 pezzi, di cui 56 contraffatti.

Vallecrosia: progetto 'Spiagge sicure' approvato dal Ministero, scoperto intanto un nascondiglio di griffes fasulle

Nell'ambito del progetto ‘Spiagge sicure - estate 2020’, e a seguito quindi di servizi mirati sul litorale cittadino in corso da alcuni giorni, gli agenti della Polizia Municipale di Vallecrosia hanno scoperto ieri, nell'alveo del torrente Verbone, un deposito di merce contraffatta.

Nessuno era presente sul posto e gli agenti hanno sequestrato la merce di natura elettronica ma anche occhiali da sole di diverse marche, per un totale di 266 pezzi, di cui 56 contraffatti. La Municipale conferma l’importanza di non acquistare merci i cui materiali, il più delle volte scadenti, possono arrecare danni alla salute oltre a danni economici alla regolare distribuzione commerciale.

Intanto il Sindaco Armando Biasi ha confermato che il progetto ‘Spiagge sicure’ (attività di prevenzione che quest'anno riguarda anche la verifica del rispetto delle misure del distanziamento sociale), presentato a metà giugno, è stato accettato dal Ministero dell'Interno.

“Già spiegalo a tutti gli operatori del lungomare di Vallecrosia – ha detto Biasi - è già iniziato e terminerà il prossimo 30 settembre con la presenza costante del personale della Polizia Locale, anche in orari straordinari e abiti civili, grazie ai fondi dei contributi che si riceveranno. Ciò consentirà un'attività di contrasto all'abusivismo commerciale in spiaggia, sul lungomare e nel centro cittadino, anche durante mercati e fiere, nonché opera di sensibilizzazione dei cittadini svolta direttamente dagli agenti operanti relativamente su ciò che prevede un acquisto di merce contraffatta sia in tema di sanzione che di gestione del settore da parte della criminalità organizzata, oltre che sulle conseguenze sulla propria salute che può avere un capo di abbigliamento contraffatto e/o un giocattolo privo di marchio CE”.

L'abusivismo commerciale e la contraffazione comportano infatti gravi danni al sistema economico e fiscale dell'intero paese, turbano l'ordine pubblico, hanno conseguenze ambientali e comportano rischi per la salute dei consumatori. Inoltre favoriscono il riciclaggio di denaro e lo sfruttamento della manodopera soprattutto straniera.

“Il grande sacrificio della Polizia Locale che parteciperà al progetto – termina Biasi - consentirà di acquisire i fondi per l'acquisto di una nuova autovettura di servizio, l'ammodernamento della centrale radio del comando, l'acquisto di un notebook con stampante portatile nonché il pagamento dei fondi per gli straordinari necessari degli agenti, per un totale complessivo di circa 32.000 euro. Il piano operativo conseguente al progetto è comunque attivo da alcuni giorni grazie alla disponibilità, data a prescindere dall'esito poi positivo del progetto, dal personale. Da circa due anni la nostra amministrazione partecipa in modo attivo alla presentazione di bandi e progetti per la crescita e sicurezza di Vallecrosia. Ringrazio il Comandante della Polizia Locale, la Prefettura di Imperia e l'Assessore Fazzari delegato alla sicurezza”.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium