/ Eventi

Eventi | 08 luglio 2020, 14:55

Ospedaletti: occhio ai decibel nel corso dell'estate, ecco l'ordinanza del Sindaco per locali e spettacoli

Durante le manifestazioni sarà derogato il limite di 45 Db a 65 Db. E’ stato vietato l'uso all'aperto di impianti di diffusione sonora, altoparlanti o altre sorgenti sonore nelle aree circoscritte a monte dalla linea a nord di demarcazione di Corso Marconi (Circuito - Via Cavour) e a valle dalla linea di battigia (linea del mare).

Ospedaletti: occhio ai decibel nel corso dell'estate, ecco l'ordinanza del Sindaco per locali e spettacoli

L’Amministrazione comunale di Ospedaletti ha emesso un’ordinanza per il mantenimento della salute pubblica, anche sotto il profilo dell’inquinamento acustico.

E’ stato vietato l'uso all'aperto di impianti di diffusione sonora, altoparlanti o altre sorgenti sonore nelle aree circoscritte a monte dalla linea a nord di demarcazione di Corso Marconi (Circuito - Via Cavour) e a valle dalla linea di battigia (linea del mare).

Le manifestazioni, come: la Sagra du Pignurin, Summer Music, Notte Orange e Carnevale Estivo, ma anche le sagre in genere e gli spettacoli musicali e di cabaret concentrati nelle aree dell'Anfiteatro Comunale dei giardini di Pian d'Aschè, nelle piazze cittadine e sulle zone di litorale interessato ed autorizzato, possono essere effettuate con il limite temporale delle ore 24. Nel caso in cui l'evento si effettui nei giorni di sabato o prefestivi sarà possibile protrarlo fino all’una.

Durante le manifestazioni sarà derogato il limite di 45 Db a 65 Db. Le manifestazioni sportive in genere (calcetto, beach volley e altri sport praticati durante la stagione estiva), potranno essere svolte fino alle 24, con deroga ai limiti fino ad un massimo di 65 dB. Anche i cinema all’aperto, previsti nelle piazze cittadine e nell'auditorium comunale, potranno essere effettuati entro le 24 con un massimo di 60 Db. Situazione analoga per gli spettacoli viaggianti.

Per chi non rispetta l’ordinanza e svolge attività senza autorizzazione comunale, potrà subire una multa tra 516 e 5.164 euro. Per le altre la multa va da 1.032 a 10.329 euro.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium