/ Politica

Politica | 01 maggio 2019, 16:27

Imperia: Carpi risponde a Casano "Mail inviata alla mia società e non a me, comunque ricorrerò al Consiglio di Stato"

Una querelle che è destinata ad andare ancora avanti, ad un anno dalle elezioni di Imperia.

Imperia: Carpi risponde a Casano "Mail inviata alla mia società e non a me, comunque ricorrerò al Consiglio di Stato"

“Io non ho ricevuto, da parte di Casano, nessuna richiesta formale di pagamento delle spese legali”: arriva in questo modo la risposta di Carlo Carpi, ex candidato a Sindaco di Imperia, dopo l’intervento di questa mattina sul nostro giornale (cliccando QUI) dell’avvocato dello stesso Casano per il mancato pagamento delle spese legali liquidate dal Tar Liguria, con sentenza esecutiva del 21 marzo scorso.

“La Pec dell’avvocato Michele Casano – prosegue - è stata inviata alla mia società di capitali e non a me personale e, quindi, la società non ha risposto in quanto non è l’interlocutore interessato. Non è stato usato l’indirizzo idoneo e, come Carlo Carpi persona fisica, non ho ricevuto nulla”.

Ma Carpi rincara ulteriormente la dose: “Sto pensando anche di fare ricorso al Consiglio di Stato – ci ha detto - perché i giudici hanno detto che il ricorso era irricevibile in quanto proposto oltre i 30 giorni. E’ vero è stato consegnato dopo i 30 giorni, ma ricordo che nel 2014 una candidata della Regione Piemonte aveva proposto ricorso ben oltre i 30 giorni ed è stato accettato. Mi è stato anche detto che l’atto non è stato notificato al Comune, quando invece è stato consegnato a mano”.

Insomma una querelle che è destinata ad andare ancora avanti, ad un anno dalle elezioni di Imperia.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium