/ Eventi

Eventi | 18 ottobre 2018, 14:45

Sanremo: sabato prossimo a Villa Ormond, la Bordighera judaica protagonista al convegno 'Gli ebrei nello spazio ligure-provenzale'

Durante l'incontro saranno eseguite dimostrazioni dell'intreccio degli 'ometti' utilizzati per la realizzazione del tradizionale 'lulav' ebraico, unitamente alla foglia di palma, il frutto di cedro e i rametti di mirto e salice

Sanremo: sabato prossimo a Villa Ormond, la Bordighera judaica protagonista al convegno 'Gli ebrei nello spazio ligure-provenzale'

La Bordighera judaica sarà protagonista al convegno Gli ebrei nello spazio ligure-provenzale. Storia, economia, società e cultura dal Medioevo all’età contemporanea con la partecipazione di una delegazione della Compagnia da' Parmura di Bordighera.

Parteciperanno all'evento i rappresentanti delle famiglie storiche di parmurà, Traverso e Palmero che, fino agli anni 60' rifornivano le comunità ebraiche italiane e d'Europa delle foglie di palma per la festa di Sukkot. Saranno eseguite dimostrazioni dell'intreccio degli 'ometti' utilizzati per la realizzazione del tradizionale 'lulav' ebraico, unitamente alla foglia di palma, il frutto di cedro e i rametti di mirto e salice.

Lo storico Parmurà bordigotto Palmero Franco è uno degli ultimi coltivatori di palme all'ebrea e fino agli anni '60 ha incontrato i rabbini che giungevano a Bordighera per acquistare le foglie di palma. Curioso l'aneddoto delle palme bordigotte destinate alla comunità ebraica di New York e affondate con l'Andrea Doria nel 1956. Del commercio di cedri e palme, coltivati a Sanremo e Bordighera, e spediti fino alle soglie della Seconda Guerra mondiale agli Ebrei del Nord Europa, in occasione delle loro feste rituali, si sono perse le tracce ma l'argomento offre molti spunti di approfondimento e riflessione. Si ricorda che il convegno tratterà ampiamente il tristissimo tema delle leggi razziali del 1938 (di cui ricorre l’ottantesimo anniversario) e delle conseguenti persecuzioni, nel Nizzardo e nel Ponente, dove la frontiera di Ventimiglia rappresentava per molti una via verso la salvezza. Saranno anche esposti documenti storici di grande interesse, come le riviste Difesa della razza, che anticipavano  l'entrata in vigore delle odiose Leggi razziali, per gentile concessione dello storico Paolo Veziano.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium