/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 11 giugno 2019, 09:41

Sanremo: aggressione e minacce di morte in carcere da Eyare Daher 'Maradona' all'avvocato Fiorella Moret

Ieri mattina Eyare Daher, il 39enne nordafricano noto nel ponente ligure con il nome dell'ex calciatore argentino per la sua somiglianza con lo stesso, ha aggredito verbalmente il legale, minacciandolo con il classico gesto del pollice sotto al mento.

Sanremo: aggressione e minacce di morte in carcere da Eyare Daher 'Maradona' all'avvocato Fiorella Moret

Anche all’interno del carcere Eyare Daher, 39enne, cittadino nordafricano noto con lo pseudonimo di ‘Maradona’, riesce a farsi notare per le sue ‘imprese’.

Arrestato il 31 dicembre e processato a Gennaio, ‘Maradona’ ha aggredito e minacciato di morte ieri mattina l’avvocato sanremese Fiorella Moret, che si trovava all’interno per un colloquio con un suo cliente, anche lui detenuto. Il racconto del legale matuziano è terrificante, tenuto conto della nota violenza del nordafricano: “Dopo aver avuto un colloquio con alcuni miei assistiti, detenuti nel carcere di Valle Armea – ci ha detto - uscita dalla zona destinata agli incontro, stavo attendendo di firmare l'uscita, quando si è avvicinato a me il detenuto e, per la seconda volta mi ha minacciato di morte”.

Già alcuni mesi fa, infatti, Eyare Daher aveva minacciato l’avvocato Moret e, ieri, l’uomo ha approfittato del fatto di trovarsela di nuovo di fronte per inveire contro di lei e proferire frasi irriguardose nei suoi confronti. L’avvocato, conoscendo il detenuto, ha cercato di far finta di nulla ma, non contento, ‘Maradona’ le ha fatto il classico segno con il pollice sotto la gola, minacciandola di morte. Sono prontamente intervenuti gli agenti della Penitenziaria, che hanno bloccato Daher che, per quanto fatto verrà sicuramente punito, ma resta l’episodio davvero inquietante.

“Non conosco i motivi del suo comportamento – ha terminato l’avvocato Moret – ma mi sono molto spaventata anche se fortunatamente uno dei miei clienti mi ha subito difesa con una stampella che utilizza per muoversi e ringrazio anche gli Agenti penitenziari, che si sono prontamente schierati per proteggermi e farmi da scudo. ‘Maradona’ ha poi dichiarato che sta scherzando, ma l’atteggiamento non era certo quello giocoso. Sono stata chiamata dal referente capo che mi ha chiesto chiarimenti e informata che l’uomo avrebbe avuto della sanzioni disciplinari. Anche noi avvocati quando andiamo in carcere corriamo seri pericoli di vita”.

‘Maradona’ è stato arrestato il 31 dicembre scorso mentre infastidiva i passanti in piazza Eroi Sanremesi. Gli agenti del Commissariato lo hanno arrestato dopo che l’uomo, correndo sulla carreggiata, aveva causato il panico tra i conducenti dei veicoli in transito. ‘Maradona’, già noto alle Forze dell’Ordine, era stato tratto in arresto lo scorso settembre e condotto al centro per il rimpatrio di Brindisi, al fine di completare la procedura di riconoscimento da parte del suo Paese d’origine per il successivo rimpatrio.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium