/ Eventi

Eventi | 16 maggio 2019, 19:15

Casinò di Sanremo: venerdì 17 alle ore 17.00 i vini e i vignaioli del Ponente ligure saranno i protagonisti del libro di Pino Petruzzelli

Accanto a quelli più conosciuti, dal Vermentino al Pigato e dall’Ormeasco al Rossese, in queste bellissime pagine troviamo anche Bianchetta, Ciliegiolo, Cimixià, Granaccia, Lumassina e Timorasso.

Casinò di Sanremo: venerdì 17 alle ore 17.00 i vini e i vignaioli del Ponente ligure saranno i protagonisti del libro di Pino Petruzzelli

Ultimo appuntamento di Libri da Gustare, la rassegna dedicata all'editoria enogastronomica e di territorio promossa dall’Associazioni Culturale “Ristoranti della Tavolozza” e dal Casinò di Sanremo.

Venerdì 17 maggio alle ore 17.00 riceveranno la targa “Libro da Gustare” “I dolci di casa. Le ricette facili e golose della mia famiglia” di Natalia Cattelani. e “Io sono il mio lavoro. Storie di uomini e di vini” di Pino Petruzzelli. Editore Pentagora.

Natalia Cattelani nel suo libro ci racconta in modo molto semplice mille “dolci” soluzioni da preparare in casa; nel libro dedicato a vignaioli e vini della Liguria l’attore e scrittore Pino Petruzzelli, da voce ai vignaioli e ci accompagna in un viaggio da Ventimiglia a Sarzana, attraversando terrazze e lasciandoci immaginare i profumi e i sentori. Ci porta in visita nelle cantine che hanno fatto la storia del vino della provincia di imperia, visitando aziende importanti come Aschero, Bruno, Giunchero, Nirasca, Guglierame, Guglielmi, Maccario, Lupi, solo per citarne alcune.

E i vignaioli, sguardo divertito e denti stretti, con la memoria in bilico tra passato e futuro ci raccontano di Bianchetta, Ciliegiolo, Cimixià, Granaccia, Lumassina, Ormeasco, Pigato, Rossese, Sciacchetrà, Timorasso, Vermentino, e raccontano, raccontano.

Molto è stato detto e scritto sul vino, sui suoi profumi, sui suoi sentori: Io sono il mio lavoro non parla di questo. Non c’è spazio per profumi di mela verde o pesca o ginestra o banana. L’unico profumo presente è quello della dignità e della bellezza, tutto raccontato da chi la terra la lavora davvero, con fatica e sudore, tra la grandine e la siccità.

Al termine della premiazione degustazione di prodotti tipici del territorio a cura di Confesercenti di Imperia accompagnata dai vini spumanti Acquesi della Cantina Cuvage di Acqui Terme.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium