/ CRONACA

Spazio Annunci della tua città

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

Affitto bilocale con 3 posti letto, con bellissima e panoramica vista mare, al p.t. di casa indipendente con grande...

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | sabato 12 agosto 2017, 19:53

Imperia: parte l'applauso a un compleanno e arriva la Polizia per gli "schiamazzi"

All’interno del locale si stava svolgendo una festa di compleanno di un ragazzo che ha compiuto 18 anni, quando, al momento dell’arrivo della torta, è scattato l’applauso, giudicato troppo rumoroso dai vicini del locale, tanto che è stata chiamata la Polizia che è intervenuta interrompendo la festa

Una festa di compleanno interrotta dalla Polizia per un applauso. È successo ieri sera, poco dopo le 23.30 al bar ristorante Controcorrente, di via Bonfante. All’interno del locale si stava svolgendo una festa di compleanno di un ragazzo che ha compiuto 18 anni, quando, al momento dell’arrivo della torta, è scattato l’applauso, giudicato troppo rumoroso dai vicini del locale, tanto che è stata chiamata la Polizia che è intervenuta interrompendo la festa.

Incredula la titolare del locale, Fiorenza Gandolfo. “Siamo in un posto di mare, - dichiara a Sanremo News - era mezzanotte meno venti dell’11 agosto. Per un applauso e gli auguri di buon compleanno non mi sembra il caso che arrivi la Polizia, anche perché la festa si era svolta tranquillamente. Per poter lavorare bisogna mettersi in testa che bisogna avere anche un pochino di sopportazione”.

Dopo il blitz, la festa è andata avanti ancora per qualche minuto. “Hanno mangiato la torta e sono andati via. È chiaro che ormai fosse rovinata”, continua la titolare, che aggiunge: “Non faccio quasi mai serate musicali, per cui finora non avevo avuto problemi con i vicini, ma a questo punto devo dire meno male, perché se le facessi chissà cosa succederebbe”. 

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore