/ Eventi

Eventi | 05 dicembre 2022, 09:22

Bordighera: il Ponente Film Festival domani celebra il centenario di Gassman con la proiezione de 'I soliti ignoti'

La serata sarà commentata da Lino Damiani

Bordighera: il Ponente Film Festival domani celebra il centenario di Gassman con la proiezione de 'I soliti ignoti'

Lino Damiani con l’omaggio a Gassman nel centenario dalla sua nascita e la proiezione di Astolfo di Gianni Di Gregorio: sono i due appuntamenti di domani, quinta giornata del Ponente International Film Festival, rassegna cinematografica dedicata all’uomo, alla natura e alla Terra, organizzata dall’associazione culturale onlus La Decima Musa con il contributo di Mibact – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Regione Liguria e Città di Bordighera.

Domani si terrà infatti l’atteso omaggio a Vittorio Gassman in occasione del centenario dalla nascita, con la proiezione riservata alle scuole del classico I soliti ignoti (Italia 1958, 102’), alle 10 al Cinema Olimpia, arricchita, a seguire, dall’incontro con Lino Damiani Vittorio Gassman, mattatore e centenario. Un film epocale, grazie al quale si è sviluppato in Italia un nuovo genere cinematografico: la commedia all’italiana. In questa pellicola - la cui trama si ispira a una novella di Italo Calvino (‘Furto in una pasticceria’ contenuta nell’antologia ‘Ultimo viene il corvo’, 1949) - vengono abbandonati per la prima volta i classici canoni del comico e, sulla scia del neorealismo, la farsa si lega alla quotidianità più dura; non ci sono più gli sketch che nascondono una critica sociale ma è la critica sociale a essere inframmezzata da situazioni ironiche e divertenti.

Lino Damiani nasce nel 1960 a S. Omero, in provincia di Teramo, e risiede attualmente a Roma. Nel 1986 consegue il diploma in recitazione presso Mimo Teatro Movimento di Roma diretto da Roberto Della Casa. Inizia poi a lavorare in diversi film e frequenta corsi e seminari. Dal 1992 al 2003 frequenta l’Actor Studio di New York. Tra il 1984 e il 1997 lavora alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Nel frattempo, nel 1994, fonda il Corso Superiore di Recitazione, frequentato in 14 anni da circa 1200 attori. Tra il 1996 e il 1997 tiene dei seminari sul Metodo Strasberg all’Actors Playground Theatre & Studio ed al Common Basis Theatre di New York. Dal 1998 ad oggi è consulente organizzativo al Premio Vittorio De Sica e al Premio per il Cinema Italiano David di Donatello. Nel 2003, il regista teramano fonda la Lemon Communication, una società di produzioni audiovisive ed editoriali. Attualmente è membro dell’Accademia del Cinema Italiano-David di Donatello. Una delle prime esperienze alla regia è come assistente di Jim Jarmush nel film “Night on earth” (1991). Nel 1995 assiste invece Maurizio Grande e Carmelo Bene nella messa in scena teatrale della “Hommelette for Hamlet”. Dello stesso anno sono la messa in scena di “Arden of Feversham” di anonimo e di “Dannazione” di Faust da J.W.Goethe. Per il cinema dirige una trilogia di cortometraggi: “Gel”, “Coriandoli” e  “Kraonos”. Partecipa al Festival Tampere in Finlandia e al Festival del cinema di Frontiera di Marzamemi. “Kraonos”, in particolare, è stato presentato alla rassegna di cinema italiano alla Casa Italiana Zerilli Merimò di New York, trasmesso dalla rete televisiva ABC ed ha vinto a Roma il Premio Cinecittà Holding 2005. Damiani ha poi prodotto il cortometraggio “A sirene spiegate” (2005), il documentario “Proust - viaggio alla ricerca del tempo perduto” (2006) con Giorgio Albertazzi, e diretto il documentario “Sulle tracce di Pasolini” (2007) con Bernardo Bertolucci  e Ninetto Davoli. È del 2008 la direzione del docu-film sulle foibe istriane “Il vento dell’Adriatico”, seguito dal primo lungometraggio per il cinema, “Cronaca di una notte”. Nel 2015 ha diretto a quattro mani insieme ad Antonella Cecora il corto “I maghi dell’Isola”, in omaggio ai fratelli Lumiére nel 120º anniversario della prima proiezione pubblica di immagini in movimento. 

Sempre il domani, sarà aperta a tutti la proiezione di Astolfo di Gianni Di Gregorio (Italia 2022, 97’), alle 21 al Cinema Olimpia. Racconta le peripezie e le avventure sentimentali di un signore di mezza età che scopre che ci si può innamorare anche se si sono superati i sessant’anni. Una piacevole commedia piena di umorismo, eleganza e leggerezza sull’amicizia e sull’amore che non ha età. Gianni Di Gregorio si cimenta nel duplice ruolo di regista e attore protagonista affiancato da una sempre splendida Stefania Sandrelli. Alle 19,30 la presentazione dei cortometraggi del concorso Liguria in corto.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium