/ sanremonews.it

sanremonews.it | 24 novembre 2022, 11:10

Calcio, la Sanremese corre ed anche l'ex Andreoletti: la sua Pro Sesto è seconda in Serie C

La squadra biancoazzurra ha ancora l'impronta del suo ex, autore di una grande lavoro in Lombardia. Tanti i punti in comune tra la 'Sanre' e la Pro

Calcio, la Sanremese corre ed anche l'ex Andreoletti: la sua Pro Sesto è seconda in Serie C

La Sanremese di oggi,  seconda in classifica a sei punti dalla capolista Sestri Levante, ha ancora l’impronta del suo ex Matteo Andreoletti. Squadra che non ha paura di proporre ed osare.

Dopo i playoff persi lo scorso anno, il presidente Alessandro Masu non si è mai nascosto :” Noi e la città di Sanremo non saremmo stati pronti per un salto in Lega Pro.” Invece chi sta dimostrando il suo valore tra i Professionisti è proprio Andreoletti che sta facendo volare la Pro Sesto, attualmente seconda nel girone A di Serie C. A -5 dal Pordenone, primo. E già questo basterebbe per  romanzare le somiglianze tra ‘Sanre’ e Pro.

I lombardi sono partiti dai play-out, vinti in finale sul Seregno, e da una ristrutturazione estiva praticamente integrale, a cominciare dalla panchina affidata al tecnico bergamasco. All’ allenatore è stata consegnata una squadra rinnovata  ma senza colpi mirabolanti.  Niccolò Bruschi, ex Vado tra le altre, in avanti con Riccardo Moreo e Felice d’Amico, scuola Samp. A centrocampo il locale Sala  e dietro l’esperto Suagher a far da chioccia ad alcuni giovani come Lorenzo Giubilato, passato dal ‘Comunale’ nella stagione 2018-19.

Difficile assimilare immediatamente i concetti e, ad inizio stagione, la Pro fatica subendo un pesante 6-1 all’esordio, dal Vicenza,  mettendo insieme solo 5 punti in 6 partite. Poi l’eliminazione dalla Coppa per mano del Renate  (con rete del suo ex La Rotonda) ed la svolta: sei vittorie nelle successive  otto partite con vittime illustri quali Triestina, Padova, Pro Vercelli, il derby con la Pro Patria ed il Novara. Ancora il Novara, battuto andata e ritorno sulla panchina biancoazzurra e artefice di quell’ 1-5 al ‘Piola’ che rimane il suo capolavoro.

Domenica, dopo un’ora di gioco, la Pro era sotto 3-0 in casa del Renate, una delle contendenti al vertice. Poi la follia calcistica: Corradi e Bruschi raddrizzano la gara, Capogna e D’Amico ribaltano l’avversario a tempo scaduto. E’ 3-4 e secondo posto in classifica.

E chissà dove potrà arrivare perché proprio l’ambizione è sempre stato il tratto più distintivo del carattere dell’ allenatore. La stessa che, giornata dopo giornata, sta riscoprendo la Sanremese: ora che ha imparato a soffrire e vincere le partite anche negli ultimi minuti.  Si sono cercati, amati, odiati ed alla fine lasciati consensualmente. Sapendo che, uno per l’altro, sono stati importanti nelle storie reciproche.  Ma è come se qualcosa li unisse ancora.

Alberto Ponte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium