/ Politica

Politica | 10 maggio 2021, 17:52

Il Ministro Orlando a Imperia per parlare dell'accordo con Monaco e dei problemi del lavoro in provincia (Foto e Video)

"Il Sindaco e il Presidente della Provincia mi hanno segnalato i principali problemi infrastrutturale, a partire dalla storica vicenda legata alla ferrovia, le opere che sono indicate all’interno del ‘Recovery Fund’ e, in generale, l’insieme dei problemi di questo territorio che cercherò di rappresentare in Consiglio dei Ministri”.

Il Ministro Orlando a Imperia per parlare dell'accordo con Monaco e dei problemi del lavoro in provincia (Foto e Video)

Dopo la firma con il Primo Ministro del Principato di Monaco, Pierre Dartout, per l’accordo bilaterale sulla sicurezza sociale tra il Principato di Monaco e la Repubblica italiana, relativo all'introduzione del telelavoro per i lavoratori subordinati, o assimilati ai subordinati, residenti in uno dei due Paesi contraenti, il Ministro del Lavoro italiano, Andrea Orlando, è andato ad Imperia dove, in Provincia, ha incontrato il Presidente Domenico Abbo e il Sindaco Claudio Scajola, oltre ai sindacati.

Il Ministro ha parlato innanzi tutto della firma avvenuta oggi a Monaco: “E’ stato un accordo maturato in diversi mesi e che ho portato a compimento. Credo sia una risposta positiva a una domanda che si poneva da molto tempo, per migliorare le condizioni di lavoro e che, nel corso della pandemia ha rivestito molta importanza. Sarà anche un modo per utilizzare la mano d’opera in modo decisamente più efficiente”.

La Provincia di Imperia ha il tasso più alto di disoccupazione in Liguria: “Si sta risentendo del colpo fortissimo avuto dal turismo che è fondamento dell’economia. Stiamo tentando, con il ‘Sostegni bis’ di aiutare il turismo anche in termini di sgravi fiscali e per l’occupazione. La nostra attenzione si concentra sui settori che sono stati colpiti dalla pandemia, come il turismo, commercio e terziario.

Di cosa avete parlato con i sindacati? “Di come la formazione professionale in questa zona debba anche incrociare con quanto avviene oltre confine e viceversa. Il Sindaco e il Presidente della Provincia mi hanno segnalato i principali problemi infrastrutturale, a partire dalla storica vicenda legata alla ferrovia, le opere che sono indicate all’interno del ‘Recovery Fund’ e, in generale, l’insieme dei problemi di questo territorio che cercherò di rappresentare in Consiglio dei Ministri”.

L’accordo di Monaco definisce che cosa è il telelavoro e stabilisce il principio secondo il quale i telelavoratori residenti in Italia potranno essere soggetti alla legislazione sociale monegasca, durante tutto il periodo della loro attività come telelavoratori per conto di un’impresa presente sul territorio del Principato e viceversa. La firma dell’accordo, che costituisce un significativo passo avanti per l’Italia ed il Principato, ha richiesto più di cinque anni di interlocuzioni, in un contesto economico recentemente reso più difficile dall'epidemia Covid-19, che ha però portato con successo alla generalizzazione del telelavoro, per molte aziende del Principato, a beneficio anche dei dipendenti residenti in Italia.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium