/ Economia

Economia | 18 gennaio 2021, 11:00

La rinascita degli Stati Uniti: la fine dell'era Trump e un lento ritorno alla normalità

Analizziamo come cambiano gli USA con l'arrivo del nuovo Presidente.

La rinascita degli Stati Uniti: la fine dell'era Trump e un lento ritorno alla normalità

Qualche giorno fa, tutto il mondo ha assistito al triste spettacolo tenuto in USA. La violenta irruzione al Congresso, da parte di un gruppo di sostenitori di Trump, ha causato 4 morti e decine di feriti, oltre a creare un assembramento che, in epoca di Covid-19, viene meno a tutte le raccomandazioni sul distanziamento sociale. Una vicenda che lascia l'amaro in bocca non solo ai cittadini americani ma a tutti coloro che sostengono l'idea di uno Stato liberale e democratico.

Irruzione al Congresso Usa: l'epilogo di una triste storia

Subito dopo le lezioni USA del 3 novembre, che hanno decretato la vittoria del democratico Joe Biden con oltre 81 milioni di voti, Donald Trump ha insistentemente e in più occasioni messo in dubbio il risultato delle votazioni. Così lo scorso 6 gennaio, i sostenitori dell'uscente Presidente repubblicano hanno organizzato un corteo culminato poi nell'attacco al Campidoglio. Decine di persone sono state già identificate e arrestate, volti già noti alle forze dell'ordine con vari capi di accusa: si va dall'effrazione al terrorismo interno. La polizia continua ad indagare ma questa triste vicenda, dai contorni ormai abbastanza chiari, speriamo ponga definitivamente fine ad un periodo di scontri e manifestazioni.

Stati Uniti: cosa cambia con Joe Biden

Già in campagna elettorale, Joe Biden aveva reso noto che con lui sarebbero cambiate molte cose, sia a livello di politica interna che estera. A livello di politica interna, Biden ha annunciato:

  • il rientro negli accordi di Parigi (relative alle politiche ambientali ed energetiche) siglati da Barack Obama nel 2015 e poi stralciati da Trump;
  • una campagna vaccinale contro il coronavirus, gratuita per tutti;
  • l'eliminazione del Muslim Ban per permettere ai cittadini provenienti dai Paesi musulmani di poter far ingresso finalmente negli USA;
  • riallacciare i rapporti con Cuba.

Tra le misure di politica estera a Biden spetta un arduo compito, quello di ricostruire la fiducia con i partner europei. Un lavoro lungo e complesso per un graduale ritorno alla normalità: questo è ciò che tutti si aspettano dal nuovo Presidente americano. E in questo clima decisamente più disteso e democratico che gli USA si aprono nuovamente ai turisti, provenienti da qualsiasi parte del mondo. Per poter fare ingresso e soggiornare negli Stati Uniti però occorre, prima, munirsi di tutti documenti necessari, tra cui l'Esta Stati Uniti; un'autorizzazione che permette di viaggiare e rimanere in USA fino ad un massimo di 90 giorni per un singolo viaggio e 180 complessivi in un anno.

Viaggio negli USA: come ottenere il visto

Per poter entrare, soggiornare o semplicemente fare scalo negli Stati Uniti, come in qualsiasi altro Paese, ci vuole un visto. I cittadini europei, però, che intendono fare un viaggio negli States, per motivi di lavoro, di studio o di vacanza, possono chiedere una semplice autorizzazione: l'Esta. Il dispositivo Esta può essere richiesto direttamente online, compilando l'apposito form. Al momento dell'inoltro dell'istanza verrà richiesto anche il numero del proprio passaporto in corso di validità, a cui l'Esta verrà poi collegato elettronicamente. L'autorizzazione ha una validità di due anni purché coincida con la data di scadenza del passaporto; va ricordato, infatti, che se il passaporto scade prima del termine di due anni dal rilascio dell'autorizzazione elettronica al viaggio, andranno rinnovati entrambi.
Per richiedere l'autorizzazione Esta è necessario soddisfare alcuni requisiti, tra cui:

  • essere cittadino di uno dei Paese aderenti al Visa Waiver Programma,
  • essere in possesso di un passaporto elettronico o biometrico in corso di validità;
  • avere un indirizzo mail valido.

Inoltre, visto che il rilascio dell'autorizzazione comporta il pagamento di un prezzo bisogna anche essere in possesso di una carta di debito o prepagata appartenente ai circuiti Visa e MasterCard, carta di credito (Visa, MasterCard o American Express) o conto PayPal.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium