/ Economia

Economia | 30 ottobre 2020, 12:46

Senza francesi il mercato di Ventimiglia è l’ombra di sé stesso: “Stiamo vivendo un lockdown indotto” (Foto e Video)

Difficile per gli ambulanti la prima giornata senza clienti d’oltralpe

Senza francesi il mercato di Ventimiglia è l’ombra di sé stesso: “Stiamo vivendo un lockdown indotto” (Foto e Video)

È un giorno difficile per gli ambulanti del mercato di Ventimiglia, come è stato ieri a Bordighera e come sarà anche domani a Sanremo. Da mezzanotte la Francia è di nuovo in lockdown, anche se più ‘morbido’ rispetto a quello della scorsa primavera resta una forte limitazione agli spostamenti se non per necessità. Risultato: tra i banchi del venerdì non si sente parlare francese se non in alcuni rari casi.

Oggi il mercato di Ventimiglia è l’ombra di sé stesso, si vede qualche cliente (tutti con mascherine indossate), ma sono lontani gli afflussi di qualche settimana fa. Situazione difficile per la città di confine che fa i conti con un “lockdown indotto”, come lo ha definito ai nostri microfoni Roberto Benassi, presidente di Anva Confesercenti Imperia.

Il problema dei commercianti del mercato sta, quindi, nel loro 'limbo'. Da un lato fanno i conti con un netto calo degli affari, ma dall'altro non possono accedere alle sovvenzioni siccome sono aperti a tutti gli effetti. 

Ventimiglia vive, inoltre, un doppio volto dell'emergenza: da un lato i banchi semivuoti, dall'altro le ruspe che ancora stanno lavorando nel Roja per la sistemazione post-alluvione. Il tutto conferisce alla città di confine un'aura non certo delle migliori in un 2020 a dir poco da dimenticare.

Diego Lombardi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium