Elezioni comune di Diano Marina

 / Politica

Politica | 23 luglio 2020, 12:00

5G: i sindaci non potranno vietare l'installazione delle antenne, il governo approva la norma nel decreto semplificazioni

Abbiamo chiesto un parere ai sindaci della nostra provincia che avevano adottato provvedimenti contrari alla nuova tecnologia. "Sapevamo che sarebbe stata difficile, ma si chiarisca sui rischi per la salute"

5G: i sindaci non potranno vietare l'installazione delle antenne, il governo approva la norma nel decreto semplificazioni

Stop alle limitazioni, da parte dei sindaci, all'installazione di antenne per il 5g nel proprio territorio. Lo ha deciso il governo che nei giorni scorsi ha approvato il decreto semplificazioni, al cui interno è contenuta la norma che vieta ai comuni l'ultima parola sulle installazioni delle antenne.

I comuni – si legge all'articolo 38 del testo - possono adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici con riferimento a siti sensibili individuati in modo specifico, con esclusione della possibilità di introdurre limitazioni alla localizzazione in aree generalizzate del territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualsiasi tipologia e, in ogni caso, di incidere, anche in via indiretta o mediante provvedimenti contingibili e urgenti, sui limiti di esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, sui valori di at-tenzione e sugli obiettivi di qualità, riservati allo Stato”.

Una doccia fredda per i comuni che, anche in provincia di Imperia, avevano approvato nelle scorse settimane, provvedimenti che vietavano l'installazione delle antenne 5 g.

Ho letto oggi la notizia, andremo comunque a vedere la norma, ci sono iniziative, anche a livello provinciale, ci si sta muovendo. Il sindaco è comunque il responsabile della sanità pubblica e a questo nessuno potrà eccepire. Se lo Stato si fa garantista rispetto alla salute pubblica, ne prendo atto”, dichiara il sindaco di Cervo Lina Cha a Imperia News.

Il sindaco di Bordighera Vittorio Ingenito, tra i primi ad adottare un provvedimento contro l'installazione di antenne per il 5g, annuncia un piano delle antenne in città. “Considerata la posizione del governo, che comunque rispetto, - spiega - provvederemo ad un incarico professionale per varare il piano delle Antenne della Città di Bordighera che dovrà valutare tutte le criticità, comprese quelle del 5g”.

Tra i comuni scelti inizialmente per la sperimentazione, c'è Prelà, il cui sindaco Eliano Brizio aveva firmato un'ordinanza per impedire l'installazione delle antenne 5g. “Credo fosse evidente che non avremmo ottenuto niente, è difficile ribaltare le certificazioni sull''assenza di rischio relativo alle onde magnetiche, ma essendo una tecnologia nuova, nessuno può realmente dire se e quanto fanno male. Questo era il presupposto della mia ordinanza: mettere le mani avanti a tutela della salute pubblica, pur sapendo che sarebbe stata una guerra titanica”.

Matteo Orengo, sindaco di Badalucco, ultimo dei comuni no 5g, spiega: "Ubi Maior.....ritengo che la preoccupazione rimanga e che il compito dello Stato sia quello di tutelare la salute dei cittadini ancor più dopo la esperienza terribile del covid. Io non sono contrario al 5g e anzi ritengo la tecnologia un'opportunità incredibile per i nostri paesini. Vorrei però che ci fosse più chiarezza circa la non pericolosità di questa soluzione".

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium