/ Attualità

Attualità | 01 luglio 2020, 07:14

L'emergenza Coronavirus in provincia di Imperia vista dalla protezione civile, Cerri "Non è ancora finita"

L’emergenza Covid-19 è ben visibile anche nei numeri. Negli ultimi 4 mesi nella provincia di Imperia si sono registrati oltre 2mila interventi da parte della Protezione Civile (Più di 10mila su scala regionale), legati all’assistenza alla popolazione.

L’emergenza Covid-19 è ben visibile anche nei numeri. Negli ultimi 4 mesi nella provincia di Imperia si sono registrati oltre 2mila interventi da parte della Protezione Civile (Più di 10mila su scala regionale), legati all’assistenza alla popolazione. Un numero che cresce di giorno in giorno e che riguarda più attività.

L’emergenza è stata gestita sotto diversi aspetti: dal portare la spesa o i medicinali agli anziani o agli ammalati, passando per la colletta alimentare, la consegna dei buoni spesa o la distribuzione delle mascherine. Tanti piccoli aspetti che hanno portato i volontari a stretto contatto con le fasce più deboli della popolazione durante le fasi più difficili del lockdown.  

Un’emergenza vissuta giorno per giorno, dalle circa 40 squadre, ben 1200 volontari che agiscono su scala provinciale. L’attività di coordinamento viene portata avanti da Alessandra Cerri, referente sia per la provincia di Imperia che in ambito locale su Taggia, uno dei comuni più attivi nel fronteggiare l’emergenza, anche perchè tra le località più colpite dal Covid-19. 

“E’ un lavoro molto impegnativo e non conosce tregua. - ci racconta Alessandra Cerri - Si lavora senza guardare l’orologio per aiutare le persone dando tutto quello che si può. Se per quanto riguarda l’aspetto sanitario i dati quotidiani parlano di numeri in calo, non si può dire lo stesso per gli interventi in aiuto alla popolazione”. 



“Le richieste stanno calando ma arrivano ancora quotidianamente. Sono tante le persone che si sono trovate in ristrettezze economiche e ancora oggi hanno bisogno di una mano per fare la spesa sia per loro che ad esempio anche per i propri animali domestici. Ci tengo a sottolineare anche un dato positivo, in questi mesi abbiamo constatato anche la grande generosità da parte di alcune grandi ditte che lavorano con il cibo e dei supermercati della zona, hanno contribuito molto per aiutare la popolazione in un momento di grande difficoltà. Naturalmente, in questi mesi abbiamo collaborato a stretto contatto con i servizi sociali ma appare chiaro come il problema non riguardi più soltanto persone o famiglie che erano già aiutate dai comuni prima che arrivasse il Covid. Oggi aiutare la popolazione con la spesa è un problema concreto e quantomai attuale. Noi come protezione civile ci siamo ma l’emergenza non è ancora finita” - conclude Alessandra Cerri.

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium