/ Attualità

Attualità | 11 maggio 2020, 15:02

Coronavirus, Diano Marina: weekend trascorso all'insegna delle regole. In pochi in giro e tutti con le mascherine (Foto)

I cittadini stanno infatti, rispettando le prescrizioni imposte per contenere il contagio. Giunti anche dal Piemonte, ma come accertato dalla Polizia Municipale le motivazioni erano legittime

Coronavirus, Diano Marina: weekend trascorso all'insegna delle regole. In pochi in giro e tutti con le mascherine (Foto)

C'è chi era in fila per comprare il pane o fare la spesa, chi per entrare al bar, chi invece, portava a spasso il cane,  faceva una semplice passeggiata o un po' di footing, ma a Diano Marina nel weekend appena trascorso si sono si sono rispettate sia la distanza sociale che l'uso delle mascherine. In giro oggi poche persone, sia nel centralissimo corso Roma che sul lungomare. Perlopiù erano anziani e famiglie con bambini. Nessun assembramento: anche chi si è fermato a parlare con amici e conoscenti manteneva comunque un metro e oltre di distanza. Segno che le prescrizioni governative, per contenere il contagio da coronavirus sono state a pieno interiorizzate dalla cittadinanza.

I vigili urbani, comandati da Franco Mistretta, hanno effettuato in consueti posti di controllo e nessuna sanzione è stata elevata. Segno anche questo di pieno rispetto delle regole. Sono stati fermati alcuni automobilisti provenienti dal Piemonte e che facevano quindi ingresso nella città degli aranci, ma tutti avevano motivazioni valide secondo quanto previsto sia dal decreto del premier Giuseppe Conte che dalla Regione Liguria ed infine, dal comune dianese. "Abbiamo verificato tutte le autocertificazioni fornite- ha sottolineato il comandante Mistretta- e non abbiamo rilevato anomalie. I motivi sostenuti erano in linea con le disposizioni e comunque abbiamo verificato che i titolari delle seconde case comunque non sono andati in giro, ma si sono effettivamente comportati per come è stato attestato e riscontrato".

Nelle seconde case infatti, resta il divieto di andare se si proviene da un'altra regione a meno che non ci siano motivi di assoluta urgenza. Da oggi, però i cittadini liguri così come previsto dall'ordinanza firmata dal governatore Giovanni Toti potranno recarsi se i loro immobili sono ubicati all'interno del territorio regionale, anche insieme agli altri membri della famiglia, ma solo per interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione. Non ci si può, però fermare per dormire. Il Governo, attraverso l'ultimo Dcpm entrato in vigore lo scorso 4 maggio, non lo consente.  

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium