/ Politica

Politica | 11 gennaio 2020, 07:11

Taggia vuole entrare in Amaie Energia: il Comune gioca d'anticipo sulla ciclabile e valuta uno scambio con la gestione dei posteggi

L’argomento è stato al centro di una riunione tra il sindaco Mario Conio, gli assessori Chiara Cerri e Lucio Cava insieme ad Andrea Gorlero, presidente del Cda di Amaie Energia.

Mario Conio, sindaco di Taggia

Mario Conio, sindaco di Taggia

Nei prossimi 6 mesi l’Amministrazione Comunale di Taggia punta ad entrare nella compagine sociale di Amaie Energia. Un’intenzione collegata agli sviluppi sul passaggio di proprietà della pista ciclabile. L’argomento è stato al centro di una riunione tra il sindaco Mario Conio, gli assessori Chiara Cerri e Lucio Cava insieme ad Andrea Gorlero, presidente del Cda di Amaie Energia.

“La riunione era finalizzata a definire un percorso amministrativo, con l’ingresso nella compagine sociale di Amaie Energia. - conferma il primo cittadino che poi ha aggiunto - D’altro canto, stiamo anche verificando una serie di servizi legati alla ciclabile ma non solo, da andare a far attuare direttamente da Amaie Energia. È una scelta che facciamo anche nell’ottica di un’attività di coordinamento con il Comune di Sanremo e soprattutto per riuscire finalmente ad ottenere una gestione ottimale della pista ciclabile”.

Con questa mossa, il Comune di Taggia, gioca d’anticipo. A fine anno, è stata raggiunta l’intesa che porterà al passaggio di proprietà della pista ciclopedonale, da Area 24 ad Amaie Energia per il tratto tra Arma di Taggia e San Lorenzo al Mare. Una volta perfezionata la vendita, si riaprirà l’annosa partita della manutenzione dell’importante tracciato, principale bene turistico della riviera dei fiori.

Infatti, la cura del tracciato oggi è svolta da ogni comune che paga il servizio per la sua parte ma quando subentrerà il nuovo proprietario la manutenzione sarà a carico Amaie Energia che poi si rivarrà sulle singole amministrazioni comunali. Una richiesta che di pari passo con le ulteriori voci di spesa collegate alla ciclabile, potrebbe essere compensata economicamente oppure con uno scambio di servizi.

L’amministrazione comunale del sindaco Conio sta valutando questa seconda strada. Come? Una delle ipotesi al vaglio, è la possibilità di affidare ad Amaie Energia la gestione dei posteggi a pagamento, in particolare del Quarté, delle Torri di Colombo e del futuro piano rialzato che sarà realizzato entro giugno nella ‘Buca delle Palme’. Se si concretizzasse questa eventualità il Comune vorrebbe avviare una che lasci all’amministrazione tabiese l’autonomia decisionale sulle tariffe e gli introiti alla società partecipata.

In questo modo il Comune coprirebbe il dovuto per la ciclabile ed andrebbe a credito. Di conseguenza, rimanendo sempre nel campo delle ipotesi di questo scenario, l’amministrazione potrebbe affidare ulteriori servizi ad Amaie Energia, a compensazione, come ad esempio: la manutenzione del verde verticale o altro. In altre parole con l’ingresso di Taggia nella società, si verrebbe a creare un rapporto ‘in house’ utile e conveniente al Comune che potenzialmente potrebbe migliorare i servizi stessi ed evitare spese ulteriori tramite affidamenti esterni.

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium