/ Cronaca

Cronaca | 16 agosto 2019, 18:25

Sanremo: primi dati sui 'Velo Ok', automobilisti tutto sommato diligenti ma uno viaggiava a 104 km/h in corso Mazzini!

Nei primi 10 giorni di agosto 3.500 i rilevamenti dei 'totem' nella città dei fiori e solo il 2% si è trasformato in multa per eccesso di velocità. La maggior parte delle sanzioni per vetture che viaggiavano in corso Mazzini tra 10 e 40 km/h più del limite.

Sanremo: primi dati sui 'Velo Ok', automobilisti tutto sommato diligenti ma uno viaggiava a 104 km/h in corso Mazzini!

Primi dati sull’utilizzo dei ‘Velo Ok’, che arrivano proprio dopo una serie di incidenti, ancora una volta provocati dall’alta velocità che, negli ultimi tempi hanno anche fatto registrare morti e feriti. L’installazione dei totem dove all’interno vengono installati a campione gli autovelox, è uno dei fronti su cui lavora la Polizia Municipale.

Nella prima decade di agosto sono stati fatti 3.500 rilevamenti, tra i quali sono stati multati 70 veicoli, tra auto e moto. Sostanzialmente, quindi, dai primi 10 giorni di agosto si evince un sostanziale rispetto dei limiti, ma purtroppo anche alcuni eccessi. Tra questi un’auto è stata multata per essere transitata da corso Mazzini ad oltre 100 km/h. In questo caso la multa elevata al conducente è stata di 540 euro, con la sospensione della patente da uno a tre mesi e 6 punti decurtati. Si tratta delle sanzioni previste dalla Legge per chi supera i limiti di 40 km/h nel centro urano.

Quanto si rischia a superare i limiti? Il minimo della sanzione è 42 euro (con la possibile riduzione del 30%) se non ci si spinge oltre i 10 chilometri orari sopra il limite. La multa sale a 56 euro se comminata di notte. Tra i 10 e i 40 chilometri orari oltre il limite si sale a 173 euro di multa (con la riduzione possibile del 30%) che sale a 230 euro di notte. In questo caso è prevista anche la decurtazione di 3 punti dalla patente. La terza fascia riguarda il superamento del limite tra i 45 e i 60 chilometri orari. Sono 544 euro di multa (senza la possibilità di riduzione del 30%), 725 euro se in notturna, 6 punti decurtati dalla patente e sospensione da 1 a 3 mesi. E, infine, la peggiore delle ipotesi con il superamento dei limiti oltre i 60 chilometri orari. Sono 847 euro (1.129 se in notturna), sospensione della patente da 6 a 12 mesi e 10 punti decurtati.

I controlli proseguiranno con attenzione ed il Comando della Municipale conferma che vengono effettuati anche nel corso delle ore notturne, nelle quali le multe sono ulteriormente più elevate.

I ‘Velo Ok’ sono stati in effetti solo dei box arancioni con la semplice funzione di deterrente. E qualcuno ha anche fatto dell’ironia sull’adesivo che simulava la presenza della telecamera all’interno. Poi anche i sorrisi più beffardi si sono spenti quando la Polizia Municipale ha iniziato l’installazione dei veri autovelox. Da ora, quindi, ogni ‘Velo Ok’ potrebbe essere solo deterrente o anche ‘farcito’ dall’autovelox.

Falso il mito che vorrebbe la Municipale obbligata a stare nei pressi dell’autovelox rendendosi visibile. Gli agenti e l’auto (che possono essere anche in borghese) possono stare anche a 80 metri di distanza, ben nascosti. L’autovelox montato all’interno, infatti ha una rete wi fi che permette il controllo a distanza. Ci si può fermare in tempo? No. Il ‘Velo Ok’ traccia la velocità in un arco di 35 metri massimo. In poche parole: quando lo vedete e siete di molto oltre i limiti ormai è già troppo tardi.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium