/ Cronaca

Cronaca | 30 giugno 2019, 19:27

Domenica di grande caldo da dimenticare nella nostra provincia: due anziani morti per malori a Sanremo ed Arma di Taggia

Le temperature che si sono decisamente alzate già da alcuni giorni e l’aumento dell’umidità, ci hanno consegnato un weekend afoso e davvero difficile da vivere, sia per chi lavora ma anche per chi è in relax.

Domenica di grande caldo da dimenticare nella nostra provincia: due anziani morti per malori a Sanremo ed Arma di Taggia

Si chiude purtroppo con due morti, la prima domenica di vero caldo nella nostra provincia. Le temperature che si sono decisamente alzate già da alcuni giorni e l’aumento dell’umidità, ci hanno consegnato un weekend afoso e davvero difficile da vivere, sia per chi lavora ma anche per chi è in relax.

E’ il doppio caso che abbiamo registrato quest’oggi, che ha visto vittime due persone anziane entrambe turisti che si trovavano sulla costa per trascorrere un breve periodo di vacanza. Il primo è stato un uomo di 70 anni, che si è sentito male uscendo dall’acqua. A nulla è purtroppo valso il pronto intervento del personale medico del 118.

Situazione analoga nel tardo pomeriggio, questa volta ad Arma di Taggia, dove è morta una donna di 79 anni. Al momento non si conoscono i motivi del decesso, anche se sembra da testimonianze raccolte sul posto, che la donna si morta per un malore. Dalla mezzanotte alle 16 di oggi, l’affluenza nei Pronto Soccorso della nostra provincia è stata sostenuta, con alcuni casi che presentavano sintomi da ondata di calore.

L’ospedale di Bordighera ha registrato oltre 30 accessi, una sessantina si contano rispettivamente nei presìdi di Sanremo e Imperia ma solo alcuni presentavano un quadro clinico correlabile al caldo. Ancora una volta siamo costretti a raccomandare a tutti, soprattutto le persone anziane, a non esporsi al sole nelle ore più calde e per troppo tempo. Anche rimanere per troppe ore in spiaggia può far male ed è importantissima l’alimentazione che deve essere prevalentemente di frutta e verdura.

“La maggior parte delle persone giunte per malore nei Pronto Soccorso, in particolare anziani – sottolinea Angelo Gratarola coordinatore del Diar (Dipartimento interaziendale regionale) Emergenza-Urgenza - presentavano i segni di un’iniziale disidratazione per comportamenti alimentari inappropriati. Per questo raccomandiamo di modificare la dieta privilegiando frutta e verdura fresca e soprattutto di bere acqua a temperatura ambiente o leggermente fresca, anche se non si avverte lo stimolo della sete”.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium