/ Cronaca

Cronaca | 24 dicembre 2018, 14:10

Triora: il paese è in lutto per la scomparsa di Rainer Sieber, è morto nel suo 'Mulino di Pio'

L’artista tedesco, giunto a Triora nell’anno 1973, ha saputo accattivarsi anno dopo anno le simpatie e l’ammirazione degli abitanti della valle Argentina. Era un personaggio poliedrico, che sapeva improvvisare e stupire.

Triora: il paese è in lutto per la scomparsa di Rainer Sieber, è morto nel suo 'Mulino di Pio'

Il suono funebre delle campane della collegiata di Triora ha annunciato questa mattina l’improvvisa scomparsa di Rainer Sieber, avvenuta stanotte nella sua caratteristica abitazione del ‘Mulino di Pio’. La scorsa estate aveva festeggiato il suo ottantesimo compleanno.

L’artista tedesco, giunto a Triora nell’anno 1983, ha saputo accattivarsi anno dopo anno le simpatie e l’ammirazione degli abitanti della valle Argentina. Era un personaggio poliedrico, che sapeva improvvisare e stupire. L’associazione turistica Pro Triora, di cui era socio onorario, ha intenzione di dedicargli un lungo ricordo, evidenziando quanto fatto nel corso degli anni. Con la sua coppia di lama, era pronto ad intervenire in ogni occasione, in modo sempre originale, ma rispettoso degli altri. Mitico il suo incontro con Angela Cavagna e Orlando Sportento, quando a Triora era giunta la Rai.

Era stato lui a disegnare le erbe medicinali comparse sul libro ‘La medicina popolare dell’alta valle Argentina’, le stesse che fanno bella mostra nei due musei trioresi. Gli piaceva vivere immerso nella natura, aveva trovato come ha scritto lui stesso: “Il posto giusto per vivere ed essere in contatto con la propria essenza, fra acqua di sorgente, fuoco, terra e aria buona”. Ultimamente, per ingentilire i massi cubici posti lungo le strade a protezione delle frane, aveva disegnato simpatiche farfalle svolazzanti.

“Ci mancherà molto – evidenziano da Triora - quando passeremo vicino al suo mulino, non avremo più il piacere di salutarlo con un breve suono di clacson, fermandoci talvolta per scambiare qualche parola, accompagnata dalla sua inimitabile risata”. Lascia nel dolore la moglie Karin, i figli Fiona e Robin e tanti, tantissimi amici.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium