Leggi tutte le notizie di IL PUNTO DI CLAUDIO PORCHIA ›

Cronaca | 12 novembre 2019, 12:12

Lotta alla contraffazione: al Comune di Sanremo il riconoscimento dei massimi esperti francesi di lusso e falsi (Foto e Video)

Questa mattina la cerimonia nella Sala Giunta di Palazzo Bellevue alla presenza di Laurent Marcandier (LVMH) e David Saussinan (UNIFAB)

La consegna della targa  in Comune a Sanremo

La consegna della targa in Comune a Sanremo

Il lavoro del Comune di Sanremo nella lotta alla contraffazione e alla vendita di beni di lusso falsi in città ottiene il riconoscimento dei massimi esperti francesi del settore.

Questa mattina a Palazzo Bellevue erano presenti Laurent Marcandier, direttore della sicurezza e protezione dei marchi del gruppo LVMH, leader mondiale nel settore del lusso e David Saussinan, direttore affari legali UNIFAB, associazione francese anti-contraffazione, che hanno consegnato nelle mani del sindaco Alberto Biancheri la targa per lotta alla contraffazione in città. Presenti anche molti operatori del settore commerciale, oltre al presidente del consiglio comunale Alessandro Il Grande e il corpo di Polizia Municipale rappresentato dal comandante Claudio Frattarola e dal vice Fulvio Asconio. A fare da legame tra le associazioni e il Comune è stato l’avvocato sanremese Luca Fucini.

Le interviste

L'impegno del Comune di Sanremo e della Polizia Municipale ha portato grandi risultati specie negli ultimi mesi con una netta e visibile diminuzione di venditori abusivi specie nella zona del mercato bisettimanale di piazza Eroi. È un tema sul quale c'è ancora molto da lavorare, come hanno ammesso anche i rappresentanti delle istituzioni, ma è altresì innegabile che alcuni importanti risultati siano stati raggiunti sia in termini di sequestri che in termini di deterrenza per i venditori della zona del Mercato Annonario.

Per noi ricevere questo premio è un piacere enorme, fa un grande piacere sapere che i nostri ospiti sono partiti questa mattina da Parigi per essere da noi e premiarci e per questo li ringrazio - ha dichiarato il sindaco Alberto Biancheriquando siamo entrati in amministrazione uno dei primi problemi era proprio quello degli abusivi, sia in via Matteotti che al Mercato, c'erano situazioni imbarazzanti. Grazie al comitato per la sicurezza, alla Polizia Municipale e al presidente del consiglio comunale, abbiamo attuato un lavoro che ha portato risultati. Oggi il premio va a me, ma lo voglio condividere con tutti coloro che hanno lavorato per raggiungere questo risultato”.

Il controllo al Mercato Annonario è stato intenso ed efficace - ha commentato Luca Fucini - se prima c’erano decine di senegalesi che vendevano merce contraffatta, ora non ci sono più e il mercato viene costantemente controllato dalle forze di polizia, motivo per il quale si è voluto dare questo premio alla municipalità. Negli anni si è visto che la contraffazione non è un reato minore ma, in alcuni casi, va anche a finanziare il terrorismo. L’attentato a Charlie Hebdo, per esempio, è stato finanziato anche grazie a 6 mila euro ottenuti dalla vendita di scarpe contraffatte”.

Oggi riceviamo un riconoscimento per l'impegno di questa amministrazione su un tema molto delicato - ha aggiunto il presidente del consiglio comunale Alessandro Il Grande - l'amministrazione ha investito in risorse e nel comando di Polizia Municipale e nel comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza dove, non lo nascondiamo, ci sono stati a volte anche degli scontri. Da quando è arrivato il nuovo dirigente del Commissariato Santoro c'è stata una più efficace collaborazione con la Polizia Municipale per risolvere il problema della presenza di venditori abusivi. Non possiamo dire che il fenomeno sia del tutto eliminato, ma almeno al mercato siamo riusciti a tenere lontani i venditori”.

Siamo partiti informando la città - ha proseguito il comandante Claudio Frattarola - poi, insieme alle altre forze di polizia, si è instaurato un sistema di controllo. Al Mercato abbiamo dato una grande svolta, ma i segnali si sono sentiti molto anche in tutta la città, ci viene riferito che il mercato dell'illecito soffre molto il nostro programma di lavoro. Voglio anche sottolineare che il problema dei venditori abusivi non è solo di Sanremo, ma è nazionale”.

Come Confcommercio ringraziamo tutti per l'impegno - ha dichiarato Paolo Lavista per Confcommercio Sanremo - ma non vogliamo dimenticare che c'è tutto un mercato online che ci penalizza, specie dalla Cina”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

giovedì 12 dicembre
mercoledì 11 dicembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium