/ Eventi

Eventi | 26 maggio 2019, 18:46

La Casa valdese di Vallecrosia, sabato scorso presentato il libro di Gianpaolo Lanteri

Il volume ne ricostruisce la storia che ebbe il suo inizio oltre 150 anni fa

La Casa valdese di Vallecrosia, sabato scorso presentato il libro di Gianpaolo Lanteri

Sabato 25 maggio, alle ore 15.00, presso il Tempio valdese di Vallecrosia è stato presentato al pubblico il libro La Casa valdese di Vallecrosia – passato e presente.

“E’ stata una presentazione a due voci - spiegano gli organizzatori -, quella della responsabile dell’Archivio della Chiesa valdese di Torre Pelice, Gabriella Bellesio e quella dell’autore, lo storico Gian Paolo Lanteri.

Entrambi sono stati animati da una grande passione: l’amore per la storia della sua città ha spinto Gian Paolo Lanteri a cercare negli archivi i documenti per far riaffiorare dall’oblio del tempo la memoria di un luogo tanto importante per Vallecrosia, mentre la dedizione al lavoro d’archivio ha permesso a Gabriella Bellesio di essere una preziosa collaboratrice nelle varie fasi della ricerca.

Il libro inizia dal lontano 1865 quando una nobildonna inglese, Lady Boyce, accompagnò il suo parroco, il reverendo anglicano Richard Graves nella Riviera ligure. Il soggiorno, che doveva essere breve, in realtà durò oltre 25 anni per la donna che legò la sua vita in modo indissolubile a questo territorio. Venuta a conoscenza dell’esistenza di una piccola comunità di evangelici sorta spontanea nella zona dei Piani di Vallecrosia, Lousia Georgiana Boyce fu stimolata dai suoi amici a occuparsene. Lo fece con forza e determinazione dal 1866 fino alla morte nel 1891. In un territorio ancora molto arretrato, fu una vera pioniera nel campo dell’educazione, fondando la prima scuola della località, aperta sia ai maschi che alle femmine e non solo elementare, ma anche di avviamento professionale.

Il libro è arricchito da fotografie d’epoca che suscitano atmosfere d’altri tempi e da immagini più recenti che narrano la storia della struttura fino ai giorni nostri, ripercorrendone i momenti più importanti e drammatici come il terremoto del 1887, il periodo della seconda guerra mondiale o le alluvioni del 2000 e del 2006.

Oggi il centro è una piccola oasi di pace nel cuore di Vallecrosia e ospita oltre alla chiesa valdese, la foresteria con oltre 100 posti letto. Un pubblico attento e curioso ha seguito il racconto all’interno del tempio, luogo di culto ma anche di cultura e di dialogo. La presentazione è stata accompagnata da brani musicali eseguiti dalla fisarmonicista Graziella Biga.

Erano presenti il pastore Jonathan Terino, la responsabile della struttura Elisa Rubboli, la presidentessa del Comitato di gestione Wanda Malan, il sindaco Armando Biasi e la vicesindaco Marilena Piardi.

Al termine della presentazione sono state inaugurate le ‘Casette’, una depandance interamente ristrutturata in bioedilizia che ospita 5 nuove camere. A tutti gli ospiti è stato offerto un ricco buffet, allestito nel giardino.

Il caldo sole primaverile ha contribuito a rendere più piacevole il pomeriggio, creando un’atmosfera accogliente e serena, un’autentica occasione di incontro e di condivisione”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium