/ Politica

Politica | 24 maggio 2019, 22:00

Gianna Gancia stasera a Susa per chiudere la campagna elettorale ad alta velocità

La candidata della Lega al Parlamento europeo con il vicepresidente del Senato Calderoli nella città simbolo del Tav per appoggiare il candidato Baccarini: "Un doppio sì per legare Europa e Comune!"

Gianna Gancia stasera a Susa per chiudere la campagna elettorale ad alta velocità

Una conclusione di campagna elettorale ad alta velocità. Gianna Gancia, candidata per la Lega al Parlamento europeo, conclude nella città simbolo di Susa la propria corsa alla conquista dei voti per l'elezione a Strasburgo. "Curioso scoprire che adesso la Tav è diventata patrimonio di tutti, e anche chi dichiara di non volerla ora si accoda silenziosamente o per lo meno in questa fase non sventola più le bandiere del no".

Attenzione però - ammonisce Gancia - "chi si è sempre opposto a quell'opera sarà di nuovo pronto a tirarle fuori subito dopo il 27 maggio".

Gianna Gancia assieme al vicepresidente del Senato Roberto Calderoli sosterrà quindi la candidatura di Giovanni Baccarini a primo cittadino del capoluogo della Valsusa. 

"Un voto, quello per l'Europa e per il Comune di Susa, per dire due volte sì: a un'Europa ad alta velocità, non più lenta e paralizzante, e a un Comune che rappresenti la garanzia politico - democratica che le grandi opere andranno avanti. Perché dire sì alla Tav e alle altre principali infrastrutture vuol dire nel caso del Piemonte e del nordovest dire sì a tutti i grandi e piccoli interventi per combattere isolamento esterno e insicurezza interna. Chi dice solo mezzi sì in realtà dice il contrario".

 

Gianna Gancia ha nel frattempo accompagnato la visita del Segretario della Lega e Vicepremier Matteo Salvini a Vercelli in questa giornata tutta piemontese di rush finale:

"Grazie Salvini, perché la stupenda piazza piena dimostra che il vero sondaggio si fa tra la gente e non chiusi davanti a un computer. Vercelli è un simbolo delle nostre battaglie a favore della tracciabilità agroalimentare e della tutela ambientale, premesse per la difesa dei posti di lavoro nell'agricoltura e nella trasformazione e la salute dei consumatori. Perché questo è il sovranismo, che non è una parolaccia ma è una battaglia sacrosanta e di libertà". Qui, nella terra e capitale del Riso Italiano, i vertici della Lega hanno appoggiato la candidatura a sindaco di Andrea Corsaro.

CPE

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium