/ Eventi

Eventi | 24 marzo 2019, 16:15

'Il cuore sul muro', il romanzo per ragazzi di Marco Vallarino, scelto come lettura didattica da molte scuole della provincia

Domani due nuove presentazioni al Vieusseux e al Ruffini

'Il cuore sul muro', il romanzo per ragazzi di Marco Vallarino, scelto come lettura didattica da molte scuole della provincia

Doppio evento letterario per Marco Vallarino domani – lunedì 25 marzo – nelle scuole di Imperia. Il giornalista e scrittore onegliese ha da poco pubblicato con la casa editrice All Around il libro Il cuore sul muro, romanzo per ragazzi che propone una storia d’amore a tinte dark ambientata nel mondo della street art. Proprio il taglio giovanile della vicenda ha permesso al volume di ottenere un buon riscontro tra gli studenti degli istituti scolastici del ponente ligure, dopo che alcuni docenti di lettere hanno scelto di utilizzare il testo di Vallarino come lettura didattica nelle loro classi.

Per domani gli incontri in programma sono addirittura due. Alle 9.30 Vallarino sarà al liceo Vieusseux di Porto Maurizio, affiancato dalla professoressa Camilla Berio, per presentare il libro all’assemblea d’istituto della scuola. Alle 11.30 la scena si sposterà al vicino istituto Ruffini, dove l’autore imperiese incontrerà i ragazzi delle classi della professoressa Mara Ferrero. La mattina di mercoledì 27 marzo invece Vallarino sarà all’istituto Ruffini-Aicardi di Sanremo per tenere una lezione sulla street art nelle classi della professoressa Enza Sommella, docente di storia dell’arte. Giovedì 28 incontrerà i ragazzi del liceo artistico di Imperia, in un altro evento dedicato alla street art e allestito a palazzo Viale a Cervo.

 

Vallarino, quarantunenne, propone ai giovani di oggi una docufiction che parla dei giovani di ieri.

Il cuore sul muro racconta una storia, a tratti drammatica, che si svolge ai tempi della “guerra dei graffiti” che si scatenò a Imperia nel 2003. Un’epoca in cui social network e smartphone non esistevano, Internet era agli albori e per conoscere gente bisognava uscire, andare nei locali, girare per la città e, come si dice, metterci la faccia, anziché solo un nick e una tastiera come spesso accade ora.

Protagonisti del romanzo sono Gianni e Elena. Due liceali scapestrati che, mentre attendono l’autobus per andare a scuola, trovano un graffito che è la prima parte di un racconto scritto a puntate sui muri della città. Per vedere come va a finire salteranno la scuola, spostandosi freneticamente da una via all’altra. Ma, se per Elena sarà solo un modo per evitare l’interrogazione di filosofia, per Gianni diverrà fondamentale trovare l’autore di una storia così assurda, che narra gli ultimi, sconvolgenti attimi di vita di un ragazzo in overdose.

La sua indagine lo condurrà negli ambienti caleidoscopici della street art ligure e poi del traffico di stupefacenti nel mondo notturno delle discoteche. Si troverà di fronte al dramma della dipendenza dalla droga, che a volte può dare esiti catastrofici. Perso in una realtà in cui niente è come sembra, il giovane finirà coinvolto in una vicenda tragica e dolorosa, in cui solo il cuore potrà indicare la strada da seguire.

Il servizio realizzato da Christian Flammia in occasione della presentazione alla biblioteca di Imperia con il prof Peirone:

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium