/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 13 febbraio 2019, 18:08

Sanremo: aveva picchiato e rapinato alcuni turisti, ordinanza di custodia cautelare in carcere per un marocchino 32enne

Per tutti i reati commessi, data la gravità degli stessi, l’evidente pericolosità dello straniero e la sua propensione a commettere reati, l’Autorità Giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in carcere dello straniero, misura eseguita dalla Polizia di Stato.

Sanremo: aveva picchiato e rapinato alcuni turisti, ordinanza di custodia cautelare in carcere per un marocchino 32enne

Aveva rubato un piercing e dei soldi ad un turista francese, incontrato dopo una vincita al Casinò di Sanremo, ed ora è stato arrestato dalla Polizia.

Il caso risale allo scorso settembre, quando il turista francese è stato avvicinato dal magrebino che gli ha proposto l’acquisto di sostanze stupefacenti. L’uomo ha rifiutato ma, contemporaneamente gli ha chiesto di consigliargli un locale dove avrebbe potuto incontrare delle ragazze. Il marocchino lo ha accompagnato ma, giunti sul posto e vista l’assenza di ragazze, il turista francese ha deciso di fare rientro in albergo con il magrebino che, durante il percorso, gli ha chiesto insistentemente del denaro.

All’ennesimo rifiuto del francese, il nordafricano lo ha fermato e, al tentativo di divincolarsi, il francese è stato spintonato e picchiato. A quel punto il magrebino gli ha rubato il piercing e 200 euro dal portafogli, fuggendo via. Il francese ha denunciato successivamente il magrebino al Commissariato di Sanremo, fornendo una dettagliata descrizione del rapinatore e del suo modus operandi. Grazie alle capacità investigative del personale ed alla conoscenza del territorio degli agenti sanremesi, è stato individuato il possibile autore, riconosciuto, poco dopo, dal turista francese.

Gli ulteriori accertamenti hanno consentivano, esaminando altre denunce simili già presentate in passato, di attribuire al nordafricano altri furti avvenuti nei giorni precedenti e precisamente: il primo ai danni di una donna a cui veniva sottratto la borsa custodita sul sedile anteriore mentre stava facendo manovra con la propria macchina; il secondo ai danni di un’altra donna alla quale veniva sfilato il cellulare mentre era intenta a guardare le vetrine del centro ed infine in pregiudizio di un uomo cui lo straniero rubava una collana che portava al collo.

Per tutti i reati commessi, data la gravità degli stessi, l’evidente pericolosità dello straniero e la sua propensione a commettere reati, l’Autorità Giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in carcere dello straniero, misura eseguita dalla Polizia di Stato.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium